Rassegna stampa del 30 settembre 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici

Sistri a regime da gennaio 2011

Ambiente. Doppio binario per chi ha già la chiave Usb

Pronto il decreto del ministero dell'Ambiente per il rinvio del Sistri.
Ricevuto il nulla osta della Corte dei conti manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale,prevista per oggi. Appena in tempo, visto che l'avvio a regime del nuovo sistema di tracciamento dei rifiuti (destinato a sostituire i registri, il formulario e il Mud) era previsto per domani, 1° ottobre. (..)
Il nuovo calendario prevede che entro il 30 novembre tutte le chiavette Usb siano state consegnate e tutte le black box montate sui mezzi di trasporto. In modo tale da dare a tutti almeno trenta giorni di tempo per fare pratica co il nuovo sistema. Richiesta avanzata dal mondo industriale e accolta dal governo.

Il Sole 24 Ore - F. Micardi - pag. 35

Il Cud guida la detassazione

Il quadro dei benefici dopo le più recenti interpretazioni dell'amministrazione

Potrebbe essere inserita nel Cud 2011 l'autodichiarazione con cui il datore di lavoro deve attestare che i compensi per gli straordinari e le somme incentivanti, hanno le caratteristiche per essere sottoposte a tassazione agevolata del 10 per cento.
A decorrere dal 1° luglio 2008 (in via sperimentale sino al 31 luglio 2008), il legislatore ha previsto che su alcuni tipi di retribuzioni, invece di pagare l'Irpef ordinaria e le addizionali regionali e comunali, i lavoratori subordinati del settore privato (con esclusione dei dipendenti della pubblica amministrazione) pagassero solo il 10% (imposta sostitutiva). Potevano essere agevolati gli straordinari, le prestazioni di lavoro supplementare ovvero le prestazioni rese in funzione di clausole elastiche (solo per contratti di lavoro a tempo parziale stipulati fino al 28 maggio 2008) e le somme corrisposte in relazione a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa e altri elementi di competitività e redditività legati all'andamento economico dell'impresa. Con delle variazioni, tra cui la più importante è l'esclusione degli straordinari, l'agevolazione è stata estesa al 2009 e al 2010, limitandola alle somme incentivanti.

Il Sole 24 Ore - N. Bianchi, G. Maccarone - art. pag. 35

Certificati telematici: sanzioni sospese fino al 31 gennaio

Pa. Le istruzioni della Funzione pubblica

Le «criticità organizzative» per far partire del tutto il sistema dei certificati medici online per i dipendenti pubblici non sono state cancellate, per cui le sanzioni ai camici bianchi che utilizzano la carta restano ai box. Almeno fino al prossimo 31 gennaio, prossimo appuntamento per il check up definitivo del nuovo sistema.
Il nuovo tempo supplementare del periodo transitorio arriva direttamente dalla Funzione pubblica, che nella circolare 2/2010 fa il punto della situazione dopo i botta e risposta a suon di cifre e polemiche con sindacati e associazioni dei medici.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 39

 

Ritenuta al 10%, rischio liquidità

I rappresentanti delle pmi lanciano l'allarme sugli effetti distorsivi della trattenuta sui bonifici

Con la ritenuta del 10% sui bonifici le imprese vanno in crisi di liquidità. E vedono crescere a dismisura i crediti nei confronti del fisco con la conseguenza di allungare i tempi per il recupero del versato.
L'ufficio politiche fiscali della Cna ha condotto uno studio da cui infatti emerge un effetto distorsivo in termini di liquidità con la conseguente crescita di elevati valori di credito d'imposta. «Il credito», scrivono dalla Cna, «si crea in massima parte per il primo anno di applicazione, ma l'effetto perverso rimane anche negli anni successivi, sebbene limitato ai soli lavori che conferiscono la detrazione del 36%».
La preoccupazione, dunque, per il mondo artigiano è espresso dai rappresentanti fiscali delle pmi, che già, in estate, a pochi giorni dall'entrata in vigore dell'adempimento erano scesi in campo per chiederne l'abrogazione.

Italia Oggi - C. Bartelli, F. G. Poggiani - art. pag. 24

Sistri, prove tecniche di attuazione

I dubbi e gli interrogativi dei produttori di software sulla nuova gestione dei rifiuti industriali. Il nuovo regime normativo non fa decollare la funzionalità

Indiscutibilmente le imprese e le associazioni di categoria attendevano uno svecchiamento del sistema normativo ed una modernizzazione degli atti amministrativi connessi alla gestione dei rifiuti industriali, che risalivano all'ormai lontano 1997 (il famoso «Decreto Ronchi»). La compilazione dei formulari di trasporto e dei registri di carico e scarico, la redazione del Mud annuale, è peraltro una realtà consolidata che, a dispetto degli anni, continua tuttora a garantire il controllo dei flussi dei rifiuti ed a costituire il principale sistema di controllo e sanzione degli organi deputati (A.R.P.A. e Comando carabinieri tutela ambientale, in primis). L'attuazione delle Direttive 98 e 99 del 2008 ha costituito una occasione importante di innovazione per il legislatore e l'esame del provvedimento che istituisce il Sistri (dm 17/12/2009 e successive modificazioni) mostra come il ministero dell'ambiente si sia mosso a tutto campo nel cercare di predisporre uno strumento moderno di controllo e di monitoraggio. (..)
Mentre la normativa precedente poneva sanzioni importanti per errori materiali, ma diradava la probabilità che queste venissero comminate dal momento che prevedeva l'utilizzo di supporti cartacei il cui controllo risultava oneroso per gli organi preposti, le nuove norme - compreso il nuovo Testo unico ambientale - prevedono le stesse sanzioni, ma al contempo aumentano la probabilità che queste vengano comminate dal momento che rendono più facili i controlli, essendo i formulari «trasmessi» in tempo reale.

Italia Oggi - P. Vaccaneo, Gruppo Ambiente Assosoftware - art. pag. 35

 

Transfer pricing leggero per le pmi

Provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate dà attuazione al decreto 78/2010

Piccole e medie imprese esonerate dall'adempimento relativo all'aggiornamento annuale dei dati inerenti la comunicazione del possesso della documentazione concernente i prezzi di trasferimento praticati nelle transazioni infragruppo (transfer pricing).
Questa una delle numerose indicazioni rilevabili dall'atteso provvedimento prot. 2010/137654, emanato ieri dal direttore dell'Agenzia delle entrate, nel rispetto delle disposizioni contenute nell'art. 26, dl n. 78/2010, in conformità dei contenuti del Codice di condotta del 27/06/2006, concernente la documentazione dei prezzi di trasferimento per le imprese associate nell'unione europea e delle Linee Guida dell'OCSE.

Italia Oggi Sette - F. G. Poggiani - art. pag. 25