Rassegna stampa del 16 novembre 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras


Iva di gruppo, l'avvio è online

Per l'imposta consolidata la trasmissione sarà telematica

Anche l'attivazione dell'Iva di gruppo viaggerà online: il modello Iva 26, con il quale le società controllanti e controllate esercitano l'opzione per la procedura di liquidazione dell'imposta consolidata, dovrà infatti essere trasmesso per via telematica. In caso di successive variazioni dei dati dichiarati originariamente, le modifiche dovranno essere comunicate, entro trenta giorni, con lo stesso modello (e non più con il distinto modello 26-bis). Sono queste le principali novità che si desumono dal restyling del modello Iva 26 operato dai tecnici dell'Agenzia delle Entrate. La bozza del nuovo modello, annunciata ieri da un comunicato stampa, è disponibile sul sito dell'Agenzia. La "conversione" alla telematica del modello 26 semplificherà sensibilmente gli adempimenti degli interessati, facendo venire meno l'obbligo di inviare un esemplare a ciascuno dei vari uffici coinvolti, in ragione del diverso domicilio fiscale delle società partecipanti, e completa la "telematizzazione" delle principali comunicazioni Iva.

Italia Oggi - F. Ricca - pag. 26

Pensioni, rivoluzione telematica

Per il 2011 domande e documenti saranno inviati online

La presentazione online delle domande di cessazione del servizio e di accesso al trattamento pensionistico del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario, aventi effetto dal 1.9.2011, potrebbe essere la novità assoluta contenuta nell'annuale decreto ministeriale che fissa le date di scadenza delle istanze e nella circolare ministeriale applicativa. La nuova procedura telematica sarebbe stata concordata, come si legge in una nota del Ministero dell'istruzione e l'Inpdap. La presentazione online dovrebbe pertanto sostituire in tutti i casi la presentazione delle domande in formato cartaceo come è sempre avvenuto in passato. Circa le modalità di accesso alla nuova procedura telematica, la nota ministeriale anticipa che l'interessato dovrà risultare registrato nelle "istanze online", le stesse utilizzate per la presentazione delle domande di mobilità.

Italia Oggi - F. Bastianini - pag. 44

Verifiche parziali più facili

Accertamento anche in base a indagini finanziarie e questionari

L'accertamento parziale viene consentito anche per le indagini finanziarie e per i risultati dei questionari. Questo in base alla versione del disegno di legge di stabilità approvata in commissione alla Camera. Il "parziale" si è sempre caratterizzato per il fatto che si voleva dare all'amministrazione finanziaria la possibilità di procedere alla rettifica quando risultavano elementi certi in base ai quali poteva essere stabilita l'esistenza di un reddito non dichiarato, senza necessità di verificare la posizione complessiva del contribuente (da qui il nome di "parziale").

Il Sole 24 Ore - D. Deotto - pag. 31

Redditometro pronto a marzo

Befera: vogliamo uno strumento che porti a recuperare risorse

Il redditometro di seconda generazione sarà pienamente operativo dal prossimo mese di marzo: "stiamo ragionando sul modello, vogliamo fare una cosa che non possa essere soggetta a critiche, tecnicamente inattaccabile e quindi di sicuro successo nel recupero dell'evasione fiscale". A breve, ha spiegato il direttore dell'Agenzia delle Entrate Befera a margine del convegno di studi sull'integrazione con l'anagrafe tributaria delle banche dati in materia economica finanziaria organizzato sulla commissione di vigilanza sull'anagrafe, saranno convocate le categorie per presentare il nuovo strumento. Nessun ritardo nella tabella di marcia. La norma prevede che il nuovo strumento sia operativo con le dichiarazioni presentate nel 2010 e dunque come anno d'imposta 2009.

Il Sole 24 ore - M. Mobili - pag. 32