Rassegna stampa del 3 dicembre 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras


Richiesta di rimborso solo per via telematica

Dichiarazioni 2011. Diffuse le bozze dei modelli per gli adempimenti Iva

Niente più modello VR in forma cartacea per la richiesta del rimborso Iva all'agente della riscossione, ma un nuovo quadro, denominato anch'esso VR, inviato in via telematica e inserito all'interno delle dichiarazioni Iva 2011. E la novità più rilevante che emerge dalle bozze dei modelli di dichiarazione, pubblicate ieri sul sito internet dell'agenzia delle Entrate.
Dal prossimo febbraio, per chiedere il rimborso annuale dell'Iva non bisognerà recarsi agli sportelli dell'Agente della riscossione e presentare il modello VR, ma la richiesta andrà avanzata direttamente, in via telematica. La si dovrà presentare contemporaneamente alla dichiarazione annuale Iva ordinaria o a quella semplificata (Iva base), prevista per determinati contribuenti che hanno effettuato limitate operazioni nel corso dell'anno.
Come per il modello presentato nel corso del 2010, la nuova dichiarazione potrà staccarsi da Unico per essere prodotta in via autonoma, a partire dal 1° febbraio 2011, e consentire l'utilizzo in compensazione dei crediti Iva superiori a 10mila euro.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - pag. 33

Rinvio al 22 dicembre per tasse e contributi

Alluvione in Veneto. Un nuovo decreto dell'Economia supera i precedenti

Tutti alla cassa entro il 2 dicembre 2010. Cancellato il doppio termine, che era stato previsto per i versamenti e per i contributi sospesi e che avrebbe creato problemi ai contribuenti. Dopo giorni di attese e dubbi, finalmente un decreto del ministro dell'Economia del 1° dicembre 2010 - in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale - chiarisce i termini per la sospensione e la proroga di tributi e contributi per i soggetti colpiti dall'alluvione in Veneto.
Vengono infatti sospesi dal 31 ottobre 2010 al 20 dicembre 2010 i termini dei versamenti e dei contributi dovuti dagli alluvionati. I sinistrati che beneficiano della sospensione dovranno effettuare i pagamenti entro il 22 dicembre.

Il Sole 24 Ore - T. Morina - pag. 35

Redditometro e studi, verifiche a braccetto

Dai due strumenti di accertamento le interazioni possibili

Studi e redditometro possono anche interagire. Per alcune tipologie di contribuenti infatti i due strumenti di accertamento induttivo possono essere utilizzate congiuntamente dal fisco. L'azione combinata degli studi di settore e del redditometro (sia vecchia che nuova versione) porterà al fisco evidenti vantaggi sia in termini di rafforzamento delle presunzioni che sorreggono le due metodologie di accertamento (gli studi in particolare) sia in termini di imposte e contributi recuperabili.
E se il fisco potrà utilizzare congiuntamente i due strumenti il contribuente, dal canto suo, potrà anche utilizzare le risultanze di uno per contrastare o indebolire le presunzioni dell'altro.

Italia Oggi - A. Bongi - pag. 23

L'Ue: riforma per la firma digitale

Proposta

Nascerà un forum europeo sulla fatturazione elettronica entro la metà dell'anno prossimo. È una delle iniziative che l'esecutivo di Bruxelles ha presentato ieri in un documento non-legislativo, per favorire la diffusione della fatturazione elettronica nei prossimi anni. Inoltre la Commissione ha annunciato che l'anno prossimo proporrà una revisione della legge sulla firma elettronica, la direttiva europea 93/1999, per fornire il riconoscimento transfrontaliero di sistemi sicuri di autenticazione elettronica.
«Rivoluzionando il modo di pagamento delle fatture, la fatturazione elettronica darà un enorme impulso alla competitività complessiva delle società europee, in particolare delle piccole e medie imprese», ha dichiarato ieri in una nota Antonio Tajani, commissario europeo per l'industria.

Italia Oggi - G. Cazzaniga - art. pag. 27