Rassegna stampa del 9 dicembre 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras


Scudo fiscale a rischio sull'Iva

Le indicazioni delle Finanze in una lettera alla commissione europea nel confronto sulla legittimità della santoria

A rischio la copertura Iva con lo scudo fiscale. In caso di accertamenti l'agenzia delle Entrate potrebbe procedere al recupero dell'Iva se constaterà che con lo scudo si sono coperte evasioni dell'imposta sul valore aggiunto.
Ad assicurarlo, anche se con qualche margine di ambiguità, in una lettera del 13 luglio scorso agli uffici della Ue, il direttore generale delle Finanze, per rassicurare la Commissione sulla portata dello scudo e per evitare che fosse avviata una procedura di infrazione sul rimpatrio.
Nella lettera di Roma alla Ue, il direttore delle Finanze richiamava la circolare 3/E/2010 dell'agenzia delle Entrate che faceva salva l'applicazione delle regole e della giurisprudenza comunitarie sull'Iva nell'applicazione dello scudo fiscale. La circolare, peraltro, era arrivata a gennaio, quando la prima tornata dello scudo (quella da circa 95 milardi di euro) era chiusa.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - pag. 31

Agevolazioni. Primo click day

Al via da oggi la corsa alla nuova '488'

Parte oggi la corsa ai fondi della nuova "488" (regime di aiuto approvato con Dm del 23 luglio 2009). Dalle 11, infatti, gli operatori interessati al bando per l'innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale potranno inoltrare – dal sito internet www.investimentiinnovativi.cilea.it – la propria istanza di accesso alle risorse (complessivamente 500 milioni di euro) messe a disposizione dei tre differenti bandi ministeriali.
Domani e sabato, invece, sarà la volta, rispettivamente, dei progetti nel settore energetico e per quelli dedicati all'industrializzazione di precedenti programmi qualificati di ricerca.

Il Sole 24 Ore - A. Sacrestano - pag. 31

Iva minima al 15% per 5 anni

Il Consiglio europeo ha approvato la direttiva che proroga lo status quo fino al 2015. Ritocchi all'aliquota in caso di restyling dell'imposta

Aliquota Iva normale non inferiore al 15% ancora per i prossimi cinque anni. In attesa di una migliore armonizzazione, il Consiglio europeo ha approvato l'altro ieri una direttiva che, prorogando lo status quo, fissa fino al 31 dicembre 2015 il livello minimo della tassazione ordinaria all'interno della Comunità. È comunque impregiudicata l'eventuale revisione del provvedimento, ai fini di adattamento alle nuove strategie in materia di Iva.
Alla base della direttiva, la proposta della Commissione europea n. 331 del 2010, accompagnata da una relazione nella quale si evidenziava che le proposte per la creazione di un regime fiscale definitivo presentate dall'esecutivo comunitario non sono state finora realizzate.

Italia Oggi - R. Rosati - pag. 21

In giudizio amante teste della moglie

Privacy. Provvedimento garante

L'amante può essere nominata dalla moglie tradita nel ricorso per la separazione dal marito. Il coniuge può difendersi in giudizio raccontando i particolari della relazione amorosa intrattenuta dal proprio consorte: la legislazione sulla privacy non pone, infatti, limiti alla stesura degli atti difensivi. Né tantomeno consente la cancellazione dei dati riportati negli atti giudiziari di parte depositati in tribunale.
È quanto ha deciso il garante che ha respinto il ricorso presentato da una signora, cui è stata addebitata una relazione extraconiugale.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 37