Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 23 dicembre 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Il servizio di Rassegna Stampa è sospeso dal 24 dicembre al 9 gennaio

Firma elettronica con autentica del notaio

Al traguardo il codice della Pa

Rivoluzione digitale nei rapporti tra pubblica amministrazione e cittadino: nella riunione del Consiglio dei ministri di ieri è stato definitivamente approvato lo schema di decreto legislativo sul nuovo codice dell'amministrazione digitale, che ha l'obiettivo di adeguare gli strumenti che le pubbliche amministrazioni possono utilizzare nei rapporti con cittadini ed imprese attraverso il ricorso alle tecnologie dell'informazione.
La digitalizzazione dovrebbe consentire anche un recupero di produttività, garantendo la valutazione della performance organizzativa e individuale. Ai cittadini e imprese sono inoltre riconosciuti veri e propri diritti all'uso delle tecnologie sia nelle comunicazione che nella partecipazione al procedimento amministrativo.
La semplificazione passa anche attraverso l'introduzione della figura di conservatori accreditati che possono attestare la conformità a norma dei processi di dematerializzazione e conservazione dei documenti.

Il Sole 24 Ore - A. Mastromatteo, B. Santacroce - pag. 29

Per il Sistri ulteriore rinvio di cinque mesi

Ambiente. Pronto il decreto

La partenza del Sistri sarà posticipata di cinque mesi con un decreto ministeriale. La notizia è stata data ieri dal ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, mentre era in corso la discussione sulla proposta di legge relativa ad "Interventi per agevolare la libera imprenditorialità e per il sostegno del reddito".
Lo slittamento si è reso necessario perchè il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che a regime coinvolgerà circa un milione di soggetti, si sta scontrando con una serie di ostacoli (ritardi nella distribuzione dei dispositivi Usb e nell'installazione delle black box, malfunzionamenti dell'hardware e del software) di cui si è più volte parlato in queste pagine.

Il Sole 24 Ore - Fe. Mi. - art. pag. 29

Rinvio per le case-fantasma

Il decreto milleproroghe. Tempo fino al 28 febbraio per la regolarizzazione catastale

Due mesi in più per l'emersione delle case fantasma, che avranno tempo fino al 28 febbraio per presentarsi al Catasto senza incappare nelle sanzioni. Con il venir meno dell'obbligo di identificazione per l'accesso alle reti internet previsto dalla legge Pisanu scatta anche la liberalizzazione del wi-fi, anche se resta la necessità di ottenere una licenza del questore per gli internet-point.
La novità sugli immobili è spuntata nel decreto legge milleproroghe approvato ieri dal Consiglio dei ministri, con un testo ancora in fase di "affinamento" e limature. Di fatto, rimane una corsa contro il tempo, perché dal gennaio l'agenzia del Territorio potrà comunque attribuire la rendita presunta a chi non si è presentato, e applicare le sanzioni.

Il Sole 24 Ore - M. Mobili, G. Trovati - art. pag. 5

Le poste completano la liberalizzazione

Consiglio dei ministri. Approvato lo schema di decreto legistlativo

Via libera alla terza e ultima tappa della liberalizzazione del mercato postale. Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri lo schema di decreto legislativo, da sottoporre ora al parere delle commissioni parlamentari, per il recepimento della direttiva Ue 2008/6. Dal 1° gennaio 2011 cade, con delle eccezioni, l'ultima barriera: il mercato della corrispondenza sotto i 50 grammi. (..)
Come anticipato dal Sole 24 Ore del 13 novembre, non nascerà un'Authority indipendente né verranno assegnate le competenze all'Autorità che si era proposta (l'Agcom) ed era stata indicata come la più idonea anche dall'Antitrust. Il ministero ha, infatti, optato per un'Agenzia, che dovrà funzionare con rigidi parametri di indipendenza ma sarà pur sempre una sorta di organismo "in house".
Solo successivi regolamenti interverranno a distinguere il potere di indirizzo del ministro dello Sviluppo e la funzione di regolazione affidata all'Agenzia.

Il Sole 24 Ore - C. Fotina - art. pag. 29

Comunicazioni Iva, partenza soft

Obbligo solo per transazioni con fatturazioni oltre 25 mila

Partenza morbida per la comunicazione delle operazioni Iva istituita dal dl 78/2010: in fase di prima applicazione, relativamente al periodo d'imposta 2010, dovranno essere comunicate, entro il 31 ottobre 2011, soltanto le transazioni soggette all'obbligo di fatturazione di ammontare pari o superiore a 25.000 euro, al netto dell'imposta. A regime, la soglia scende a 3.000 euro, ovvero a 3.600 euro nel caso di operazioni non soggette a fatturazione, e la comunicazione dovrà essere trasmessa entro il 30 aprile dell'anno successivo.
Sono comunque escluse dall'obbligo le operazioni altrimenti monitorate dal fisco, come le importazioni ed esportazioni e le operazioni soggette alla comunicazione «black list».
Questi alcuni passaggi del provvedimento firmato ieri, 22 dicembre 2010, dal direttore dell'Agenzia delle entrate, recante le disposizioni attuative dell'art. 21 del citato dl n. 78/2010.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 25

Transfer pricing guidato

Sul sito dell'Agenzia delle entrate un minivademecum per i contribuenti. Un file dimostrativo per non compiere errori

Per i contribuenti obbligati a predisporre la comunicazione richiesta dalla disciplina sul transfer pricing, in scadenza il prossimo 28 dicembre, è da ieri disponibile una mini-guida virtuale destinata a facilitarne la relativa compilazione e l'invio.
L'Agenzia delle Entrate, infatti, con un comunicato del 22/12/2010, ha avvisato di aver messo a completa disposizione dei contribuenti una finestra virtuale sul proprio sito web, all'indirizzo www.agenziaentrate.gov.it, contenente ulteriori istruzioni, anche di natura tecnica, necessarie per rispettare la disciplina richiesta dal provvedimento dirigenziale dello scorso 29 settembre, che rende disapplicabile il regime sanzionatorio, di cui al comma 2, dell'articolo 1, dlgs n. 471/1997.

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 26


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter