Rassegna stampa del 18 gennaio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Stampati Fiscali

Il redditometro punta su dieci famiglie 'tipo'

Accertamento. L'elaborazione terrà conto anche di una territorialità a due livelli. Incongruenze sanabili con il controllo sul coniuge

Sperimentazione preventiva per il nuovo redditometro, con l'avvio della territorialità all'inizio in tre macroaree (nord, centro, sud) per la collocazione del contribuente in una delle 30 classi create per radiografarne il reddito (date dall'incrocio della tipologia di famiglia e dall'area geografica).
E quando il contribuente risulterà fuori allineamento per quanto riguarda il rapporto tra reddito dichiarato e spese sostenute, se è sposato, l'omologo di Gerico (l'applicativo degli studi di settore) che sta per essere varato per il reddito-metro, sarà fatto "girare" anche per il coniuge, per vedere se l'irregolarità del primo contribuente si "lava" in famiglia.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione, B. Santacroce - pag. 29

Per il vecchio bonus spazio nel nuovo Cud

Dichiarazioni 2011. I consulenti del lavoro chiedono la proroga. Va indicata la retribuzione incentivante tassata al 10%

Se il datore di lavoro ha corrisposto somme incentivanti assoggettando l'importo al 10%, è tenuto a certificare nelle annotazioni del Cud 2011 (causale BX) che le somme sono state erogate a titolo di incremento della produttività del lavoro; questa attestazione assolve ogni altra dichiarazione prevista dall'agenzia delle Entrate e dal Ministero del lavoro.
Questa è una delle novità contenute nelle istruzioni per la compilazione del Cud 2011 con riguardo ai redditi di lavoro dipendente corrisposti nel corso del 2010.
La certificazione va rilasciata entro il 28 febbraio e può essere consegnata anche telematicamente purché il sostituto d'imposta si accerti che il lavoratore sia in grado di stampare il documento (risoluzione 145/2006). Le novità attengono proprio al criterio di certificazione della detassazione fiscale disciplinata dal decreto legge 185/2008.

Il Sole 24 Ore - E. De Fusco - art. pag. 31

Immobili fieristici esenti Ici anche senza la categoria E

Per la Ctp di Torino basta la destinazione potenziale

I locali utilizzati per lo svolgimento di fiere sono esenti da Ici, in quanto potenzialmente riconducibili alla categoria catastale E.
L'esenzione, prevista nell'articolo 7, lettera b), Dlgs n. 504/1992, opera a prescindere dall'avvenuto accatastamento in categoria D, da parte del contribuente, in ottemperanza all'invito del comune.
L'affermazione proviene dalla Ctp di Torino, nella sentenza n.153/17/10, depositata l'8 novembre 2010.

Il Sole 24 Ore - L. Lovecchio - art. pag. 31

Operazioni intraUe più leggere

La semplificazione per mini-acquisti di beni e servizi. L'impresa non autorizzata paga l'Iva a casa del fornitore

Il regime di autorizzazione per le operazioni intracomunitarie, recentemente istituito e appena avviato, potrebbe presentare effetti semplificatori per le imprese che acquistano solo in via occasionale beni o servizi in altri stati membri: in assenza di iscrizione della partita Iva nell'archivio Vies, infatti, l'impresa, dovendosi considerare priva di soggettività passiva negli scambi intraUe, pagherebbe l'imposta al fornitore, evitando così gli adempimenti propri della tassazione nazionale (autofatturazione, modello Intrastat).
Una semplificazione di rilievo, dunque, in considerazione della posizione assunta dall'Agenzia delle entrate sull'estensione del regime alle prestazioni di servizi, emersa nel corso della Teleconferenza di ItaliaOggi di venerdì scorso.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 22

Da oggi un nuovo servizio in Rassegna stampa!
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile