Rassegna stampa del 19 gennaio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iscriviti al seminario gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK

Il 730 pronto a raccontare i redditi

Dichiarazioni 2011. Definitivi i nuovi prospetti per dipendenti e pensionati, imposta sul valore aggiunto, sostituti. Possibile far valere l'Irpef ridotta sugli straordinari - Sconti sui mobili al secondo round

Via libera definitiva al modello 730/2011, con la possibilità di recupere la maggiore Irpef versata sugli straordinari che hanno incrementato la produttività aziendale nel 2008 e nel 2009.
È questa la principale novità della dichiarazione dei redditi, per il 2010, dedicata a dipendenti e pensionati, che è stata pubblicata ieri, nella versione definitiva, sul sito intemet dell'agenzia delle Entrate.

Il Sole 24 Ore - L. De Stefani - pag. 29

Nel 770 semplificato i bonifici per 36 e 55 per cento

Doppio via libera. AI traguardo anche il prospetto ordinario

Al traguardo anche i modelli definitivi per la compilazione del 770/2011 semplificato e di quello ordinario. Con il primo - il modello 770/2011 semplificato - i sostituti d'imposta comunicano le somme e i valori che hanno corrisposto nel 2010 soggetti che hanno corrisposto, con ritenuti alla fonte, redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, nonché i dati previdenziali e assistenziali Inps, Inpdap e Ipost, i dati assicurativi Inail, quelli relativi all'assistenza fiscale prestata nell'anno 2010 per il periodo d'imposta precedente, nonché i versamenti, i crediti e le compensazioni effettuati.
Il modello ordinario è, invece, utilizzato, dai sostituti che hanno erogato redditi diversi da quelli di lavoro subordinato e assimilati o autonomo. Entrambi, inoltre, non possono essere inclusi in Unico e devono, essere presentati solo per via telematica. Peraltro, gli incaricati della trasmissione sono tenuti a rilasciare al sostituto d'imposta la dichiarazione redatta su modelli conformi per struttura e sequenza a quello approvato.

Il Sole 24 Ore - M. R. Gheido - art. pag. 29

Doppia Iva senza patente Ue

Valore aggiunto. Le conseguenze della mancata iscrizione all'archivio informatico europeo. Doppia Iva senza patente Ue

Doppia Iva per l'operatore che pone in essere operazioni intracomunitarie senza autorizzazione e iscrizione al Vies. Le regole di territorialità Iva sono, infatti, norme inderogabili, che individuano lo Stato in cui è dovuta l'imposta.
Nel caso in cui l'acquirente sia un soggetto passivo di imposta, cioè una persona, società o ente che esercita un'attività di impresa o lavoro autonomo, l'Iva è dovuta in Italia se un contribuente qui domiciliato risulta:
- destinatario di un acquisto intracomunitario di beni;
- committente di una prestazione di servizi "generica", nozione che dal 2010 copre la quasi totalità dei servizi tra imprese.

Il Sole 24 Ore - R. Rizzardi - art. pag. 31

Il rimborso Iva in dichiarazione

Il modello di dichiarazione per il 2011 richiede l'indicazione dei servizi intraUe extraterritoriali. Al capolinea la presentazione del mod. VR ai concessionari

La richiesta di rimborso del credito Iva ritorna nella dichiarazione annuale: da quest'anno non si dovrà più presentare il modello VR (o il prospetto PR, per la società capogruppo) all'agente della riscossione, ma si dovrà compilare l'omonimo quadro della dichiarazione.
Nel nuovo quadro VR, inoltre, trovano spazio i subappaltatori edili. Nel quadro VE, la dichiarazione accoglie le prestazioni di servizi generiche rese nei confronti di soggetti passivi di altri stati membri, non territoriali ai sensi dell'art. 7-ter del dpr 633/72, il cui importo dovrà essere riportato nel neo-istituito rigo VE 39.
Queste le principali novità dei modelli per la dichiarazione annuale Iva 2011, definitivamente approvati con un provvedimento dell'agenzia delle entrate datato 17 gennaio 2011, pubblicati ieri nel sito internet dell'agenzia.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 33

Tassa di soggiorno fino a 5 euro

Le ultime novità del dlgs sul fisco municipale. Dalla cedolare secca 400 milioni per le famiglie in affitto. Sui trasferimenti immobiliari imposte di registro al 9 e 2%

Imposta di soggiorno da 50 centesimi a 5 euro a notte negli alberghi e più tasse sulle compravendite delle seconde case, visto che l'aliquota ordinaria dell'imposta di registro sul trasferimento a titolo oneroso di immobili viene elevata dall'attuale 8% al 9%. Mentre scende dal 3 al 2% quella sul trasferimento della prima casa (non di lusso).
Sono queste le limature dell'ultim'ora inserite nella versione riveduta e corretta del decreto sul fisco municipale che oggi il ministro Roberto Calderoli depositerà nella Bicamerale per il federalismo (il parere sul testo è previsto per il 26 gennaio).
Il nuovo provvedimento, ampiamente modificato rispetto a quello approvato dal Consiglio dei ministri il 4 agosto 2010, ridisegna il paniere di risorse che finanzieranno i comuni dopo l'addio ai trasferimenti erariali.

Italia Oggi - art. pag. 27

Stretta antiriciclaggio al leasing

Con la comunicazione prot. 0037575/11 la Banca d'Italia fornisce gli schemi rappresentativi. Nel mirino le truffe contrattuali a danno del sistema bancario

Fari puntati sui contratti di leasing incoerenti con le attività svolte o in cui si denunci il furto dei beni. Nel mirino antiriciclaggio le truffe a danno del sistema bancario e finanziario mediante l'impiego di contratti di leasing le cui modalità procedurali impiegate sono rese note dalla Uif e sottoposte ad allerta antiriciclaggio, ai fini della segnalazione di operazione sospetta.
Ciò mediante le indicazioni contenute nella comunicazione prot.0037575/11 del 17/1/2011, con la quale si forniscono gli Schemi rappresentativi di comportamenti anomali ai sensi dell'art. 6, co.7, lett. b), del dlgs n. 231/2001.

Italia Oggi - C. Feriozzi, L. De Angelis - art. pag. 28

Da oggi un nuovo servizio in Rassegna stampa!
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese