Rassegna stampa del 20 gennaio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

PrivacyXP  

Frodi e truffa: concorso limitato

Fisco e Cassazione. Le Sezioni unite precisano i rapporti fra i due reati - Riconosciuta la specialità fra le fattispecie

Tra frode fiscale e truffa aggravata ai danni dello Stato esiste un rapporto di specialità. Senza quindi che sia possibile l'applicazione della sanzione più severa derivante dal concorso tra i due delitti. Con un'eccezione però: se dalla frode deriva un profitto ulteriore e diverso rispetto all'evasione fiscale, come l'ottenimento di finanziamenti pubblici, il concorso è invece possibile.
A queste conclusioni approdano le Sezioni unite penali della Cassazione conia sentenza 1235 depositata ieri, con la quale è stato risolto un conflitto insorto tra sezioni diverse della stessa Corte.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - pag. 35

Riforma Brunetta, ricorsi stoppati

Pubblico impiego. Domani in consiglio dei ministri il decreto correttivo del dlgs 150. Applicazione immediata e senza attendere i futuri contratti

Riforma Brunetta subito applicabile, senza necessità di attendere i futuri contratti. Il Consiglio dei ministri approverà domani lo schema di decreto legislativo di modifica del dlgs 150/2009 che dirà stop ai contenziosi attivati dalle organizzazioni sindacali mirati a subordinare l'efficacia della riforma alla stipula dei prossimi contratti nazionali del pubblico impiego.
Il decreto legislativo che ha avuto ieri l'ok in preconsiglio dei ministri, agisce sulla causa principale dei problemi interpretativi concernenti la sussistenza o meno di un diritto transitorio o di un periodo di «sospensione» della riforma, ovvero l'articolo 65 del dlgs 150/2009. Che viene in parte modificato e completato da una norma di interpretazione autentica, avente lo scopo di esplicitare in modo retroattivo l'effettiva portata del suo contenuto.
Il ministro Brunetta aveva già provato con la circolare 7/2010 a mettere le cose in chiaro, ma molti giudici del lavoro, rilevando che i giudici sono soggetti esclusivamente alla legge, avevano espressamente ritenuto non vincolante per loro i contenuti della circolare.

Italia Oggi - L. Olivieri, L. Chiarello - art. pag. 21

Spedite 1.300 comunicazioni

Transfer pricing. Luigi Magistro (Entrate) fa il punto sugli invii entro il 28 dicembre

Sono 1.300 le comunicazioni sul transfer pricing inviate al Fisco entro il 28 dicembre 2010. A queste vanno sommate le comunicazioni tardive che le imprese stanno tuttora inoltrando. Mentre sugli effetti penali manca (e probabilmente mancherà ancora a lungo) nero su bianco un chiarimento che certifichi la non punibilità per i soggetti «compliant».
Un numero sicuramente elevato, quello relativo agli invii sul possesso della documentazione di supporto alle politiche di prezzi di trasferimento praticate per gli anni pregressi, e giudicato soddisfacente dall'amministrazione finanziaria, anche tenuto conto della novità della norma e dell'esiguo arco temporale a disposizione.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 24

Più soldi ai comuni anti evasori

Calderoli ha presentato la nuova bozza del federalismo municipale. Compartecipazione Irpef al 2%

Più soldi ai comuni che collaboreranno a contrastare l'evasione fiscale. E soprattutto subito. In cambio gli enti avranno meno Irpef perché la compartecipazione all'imposta sui redditi scende dal 2,5 al 2%.
E' questa l'offerta che il ministro per la semplificazione, Roberto Calderoli, farà ai sindaci per rendere appetibile il nuovo assetto del federalismo fiscale municipale. E che ieri ha illustrato alle commissioni bilancio di camera e senato.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 33

Aiuti finanziari per le aziende sane

Un dpcm in Gazzetta detta nuove regole sugli aiuti di stato. Sia in fatto di incentivi che di credito

Un cordone finanziario di sostegno per le grandi imprese e le pmi sane, nel vento della crisi economico-finanziaria. Un regime di favore temporaneo, che non fa distinguo tra i settori produttivi e che consente alle pubbliche amministrazioni interessate di erogare aiuti di stato, per la durata di un anno. Cioè fino al 31 dicembre 2011.
Si tratta di un sistema speciale di agevolazioni, con nuove regole, varato in Italia da un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri il 23 dicembre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18 gennaio 2010.
Il dpcm riscrive le modalità di accesso alle agevolazioni, suddividendole per tipologia. E ricalca quanto disposto dalla comunicazione della commissione Ue del primo dicembre 2010.

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 35

Da oggi un nuovo servizio in Rassegna stampa!
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese