Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 21 gennaio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Sospesi i pagamenti pubblici

I debiti delle amministrazioni. Bloccate fine al 7 febbraio le verifiche obbligatorie sui creditori. Per i «casi urgenti» a disposizione i call center di Equitalia e Consip

Da oggi chiude anche la seconda gamba del meccanismo di verifica della fedeltà fiscale dei creditori che attendono un pagamento dalla pubblica amministrazione. Fino all'8 febbraio, infatti, sarà sospeso il funzionamento del «servizio verifica inadempimenti», che consente alle pubbliche amministrazioni di verificare che il soggetto a cui stanno per versare più di 10mila euro non ha pendenze fiscali tali da bloccare il pagamento. La prima parte del servizio, quella che accoglie le richieste di verifica da parte delle imprese, è ferma dal 15 gennaio, e anch'essa è destinata a ripartire il prossimo 8 febbraio.
Lo stop alle possibilità di verifica fiscale, dovuta a una serie di aggiornamenti tecnici che la Consip deve effettuare sul portale, mette un altro bastone fra le ruote del meccanismo già farraginoso dei pagamenti pubblici; per correre ai ripari, Consip ed Equitalia mettono in campo i propri call center (con due numeri verdi: 800349192 di Equitalia Servizi, e 800906227 di Consip) per assicurare in ogni caso che il servizio possa intervenire «per i casi più urgenti».

Il Sole 24 Ore - G. Tr. - pag. 30

Sui versamenti per la colf sms dall'Istituto

Promemoria dell'Inps

Sms dell'Inps per i contributi alle colf. E' disponibile sul sito dell'ente un nuovo servizio di notifica, mediante sms, delle scadenze relative al pagamento dei contributi per i lavoratori domestici. Il servizio può essere richiesto dai datori di lavoro in possesso del Pin ("servizi online").
I datori di lavoro potranno essere così avvertiti, nei 10 giorni precedenti la scadenza, dell'avvicinarsi dei termini previsti per il pagamento dei contributi. Il messaggio indicherà il codice del rapporto di lavoro e l'importo da pagare con riferimento all'ultimo versamento effettuato.

Il Sole 24 Ore - art. pag. 31

Le Finanze fanno l'esame a Sogei

Check sul funzionamento del sistema informativo della fiscalità

Il ministero dell'Economia mette sotto esame la Sogei, la società di via XX Settembre che gestisce la strategica anagrafe tributaria. L'obiettivo è capire se l'amministrazione finanziaria, nel suo complesso, è soddisfatta o meno del sistema informativo della fiscalità sviluppato dalla società. E così, nei giorni scorsi, il Dipartimento delle finanze guidato da Fabrizia Lapecorella si è affidato alla società di sondaggi Swg, in coppia con la Lattanzio e associati spa, per effettuare uno screening a 360 gradi.
In pratica dovrà essere sondata tutta la nostra amministrazione tributaria, dalle Agenzie fiscali alla Guardia di finanza, dagli uffici di diretta collaborazione del ministro dell'economia, Giulio Tremonti, alla Scuola superiore dell'economia e delle finanze, dai Monopoli di stato a Equitalia.
Ciascuna di queste strutture dovrà far capire alla Swg, e quindi al Dipartimento, se i servizi erogati dalla Sogei sono soddisfacenti.

Italia Oggi - S. Sansonetti - art. pag. 9

Gli autovelox passati al setaccio

Codice della strada. Parere del ministero dei trasporti. Ko le vecchie autorizzazioni

Sono fuori legge i controlli automatici della velocità attivati dalla polizia municipale fuori centro abitato se a meno di un chilometro della temuta postazione autovelox si trova un incrocio. E questo nonostante eventuali autorizzazioni prefettizie precedenti alla riforma stradale d'agosto dispongano diversamente. In caso di irregolarità gli strumenti dovranno essere spenti oppure attivati solo con la presenza dei vigili urbani.
Lo ha evidenziato il ministero dei trasporti con il parere n. 109 del 13 gennaio 2011 inoltrato anche alla prefettura di Firenze e al Viminale.

Italia Oggi - S. Manzelli - art. pag. 22

La nuova Ici pagabile in 4 rate

Le novità per le imposte municipali propria e secondaria previste dal dlgs sul federalismo. E nel caso di beni in leasing a versare sarà il locatario

La nuova Ici, la cosiddetta Imu propria, si potrà pagare in quattro rate, non si applicherà ai fabbricati destinati ad attività culturali e a quelle istituzionali degli enti no profit, e, nel caso di beni in leasing, sarà versata dal locatario. Si applicherà in misura piena sulle seconde case con chance di riduzione alla metà sui fabbricati concessi in affitto.
Lo prevede lo schema di dlgs avente ad oggetto le disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, presentato dal ministro per la semplificazione Roberto Calderoli, alla commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale e alle commissioni bilancio di Camera e Senato.

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 24

Da oggi un nuovo servizio in Rassegna stampa!
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter