Rassegna stampa del 31 gennaio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iscriviti al seminario gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK

Vendita di case senza nuovi avvisi

Telefisco 2011. Le risposte delle Entrate: escluse dall'obbligo di segnalazione le operazioni note all'Anagrafe tributaria

Le compravendite immobiliari non sono oggetto di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva in quanto rientrano in quelle operazioni già monitorate dall'anagrafe tributaria; la precisazione è stata fornita dall'agenzia delle Entrate nel corso di Telefisco 2011, il convegno via satellite del Sole 24 Ore che si è svolto mercoledì 26 gennaio. Invece devono essere comunicate alle Entrate le operazioni relative alla compravendita o al noleggio degli autoveicoli.
Si tratta dell'adempimento introdotto dall'articolo 21 del decreto legge 78/2010 attuato dal provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 22 dicembre 2010 la cui scadenza per il 2010 è fissata al 31 ottobre di quest'anno.

Il Sole 24 Ore - sabato 29 gennaio - G. P. Tosoni - pag. 31

P.a.-imprese, rapporti in digitale

In vigore il decreto che modifica il Cad (dlgs n. 82/05) con nuove norme per l'informatizzazione. Pagamenti in un click, sportelli unici operativi solo on-line

Per l'amministrazione digitale dovrebbe essere la volta buona. Il governo dà ancora una spinta agli uffici pubblici con i quali le imprese dovrebbero poter dialogare con un click. Questo il senso del decreto correttivo del codice dell'amministrazione digitale.
Le finalità della riforma? Conferire maggiore effettività alle norme di carattere programmatico non ancora attuate; promuovere alcune semplificazioni per l'interazione di cittadini e imprese con le pa; rafforzare le misure sulla sicurezza dei dati, dei sistemi e delle infrastrutture. E per aiutare la buona riuscita dell'operazione sono previste misure premiali e sanzionatorie rispetto all'attuazione degli obblighi di innovazione per le amministrazioni, con la possibilità di riutilizzare i risparmi ottenuti grazie alle tecnologie digitali che devono essere quantificati annualmente.
È entrato, dunque, in vigore il dlgs 30 dicembre 2010, n. 235 che apporta modifiche e integrazioni al Codice dell'amministrazione digitale (dlgs 7 marzo 2005, n. 82).

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 3

Usuranti, pensione prima

Consiglio dei ministri. Semaforo verde allo schema di decreto. Interessati lavori notturni, in cave e gallerie

Chi lavora in attività usuranti potrà andare in pensione prima. Lavori in gallerie, in cave e miniere, oppure in cassoni ad aria compressa, in spazi ristretti, a turni notturni e su linee catena sono alcune delle attività individuate come usuranti dallo schema di decreto legislativo per il pensionamento anticipato che ieri ha ricevuto il via libera dal Consiglio dei ministri, in tempo utile dunque sulla scadenza della delega che il collegato lavoro ha procrastinato al prossimo 24 febbraio.
Sul provvedimento saranno ascoltati i sindacati per essere poi trasmesso alla conferenza stato-regioni e alle commissioni parlamentari per il previsto parere.

Italia Oggi - sabato 29 gennaio - D. Cirioli - art. pag. 30

Uniemens, i dati si allineano

Inps sulla Cig

Nuove regole per la gestione della Cig su Uniemens. I dati denunciati ai fini contributivi si allineano a quelli elaborati con i cedolini paga e sul libro unico del lavoro. La nuova disciplina è contenuta nella circolare dell'Inps n. 13 di ieri.
Le caratteristiche dell'Uniemens, spiega l'Inps, consentono di rendere più efficiente la gestione dei periodi di riduzione o sospensione dell'attività lavorativa in conseguenza di eventi o causali che possono dare luogo alle integrazioni salariali. Ed è per questo che sono apportate le innovazioni alla procedura operativa, delle quali due sono le principali.
Da una parte si passa da un sistema di denuncia delle informazioni a posteriori (solo nel momento successivo all'avvenuta autorizzazione) a una denuncia corrente, anche in relazione a eventi che precedono l'autorizzazione; dall'altra si uniformano le informazioni relative alla denuncia dei periodi di riduzione oppure di sospensione, a prescindere dal fatto che vi sia stata anticipazione da parte dell'azienda (e successivo conguaglio sui contributi dovuti) o pagamento diretto da parte dell'Inps.

Italia Oggi - sabato 29 gennaio - A. De Lellis - art. pag. 30

Niente black list con lo scontrino

Circolare dell'Agenzia delle entrate precisa gli adempimenti con i paesi a fiscalità privilegiata

Per le cessioni documentate da scontrini e ricevute fiscali effettuate nei confronti di soggetti collocati in territori a fiscalità privilegiata, stante l'impossibilità di rilevare i dati necessari richiesti dal modello, il soggetto passivo italiano resta esonerato dall'obbligo di comunicazione.
Questa una delle numerose risposte, anche già fornite, riepilogate dall'Agenzia delle entrate nella circolare n. 2/E di ieri, aventi a oggetto l'obbligo di comunicazione delle operazioni realizzate da soggetti passivi Iva con operatori economici collocati in paesi a fiscalità privilegiata (black list), di cui all'art. 1, dl. 25/03/2010, n. 40, convertito dalla legge 22/05/2010 n. 73.

Italia Oggi - sabato 29 gennaio - F. G. Poggiani - art. pag.31

Privacy salva anche se sei moroso

La Cassazione, in linea con il Garante, mette i paletti all'attività degli amministratori. Vietata l'affissione in bacheca della lista nera dei debitori

No alla gogna condominiale per il condomino moroso. Viola, infatti, la normativa sulla privacy l'amministratore che divulghi le informazioni debitorie dei singoli proprietari mediante l'affissione delle medesime nella bacheca del condominio. È quanto ha affermato la seconda sezione civile della Corte di cassazione, con la sentenza n. 186 del 4 gennaio scorso.
La pronuncia della Suprema corte è, del resto, in linea con il provvedimento generale del 18 maggio 2006, emanato dal Garante della privacy in tema di riservatezza dei dati nel condominio e con numerose altre decisioni assunte su singoli casi concreti.

Italia Oggi Sette - A. Cassano, G. Di Rago - art. pag. 17

Le scadenze fiscale di oggi 31 gennaio

Registro
Registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1° Gennaio e versamento dell’imposta di registro (2% o 1% per alcune locazioni effettuate da soggetti IVA) sui contratti di locazione nuovi o tacitamente rinnovati.

Black list
Presentazione telematica del modello di comunicazione delle operazioni intercorse con operatori residenti in territori “black list” nel mese di Dicembre o nel 4° trimestre 2010 (operatori con periodicità trimestrale).

Contratti di locazione
Versamento imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 01/01/2011.

Comunicazione preventiva imposta di bollo
Pagamento dell’imposta di bollo sui registri e documenti emessi o utilizzati nell’anno 2011 e relativa comunicazione da effettuare all’Ufficio delle entrate territorialmente competente (art. 7, comma 1, DM 23 gennaio 2004).

Comunicazione consuntiva imposta di bollo
Pagamento dell’imposta di bollo sui registri e documenti emessi o utilizzati nell’anno 2010 e la relativa comunicazione da effettuare all’Ufficio delle entrate territorialmente competente (art. 7, comma 2, DM 23 gennaio 2004).

a cura dell'Ufficio stampa Data Print Grafik

In Rassegna stampa il nuovo servizio Data Print Grafik:
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese