Rassegna stampa dell'8 febbraio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iscriviti al seminario gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK

Finanziamenti dei soci all'esame certificazioni

Prestiti alle società. I debiti sono soggetti alla disciplina del codice civile. Entro il 28 febbraio vanno documentate le ritenute

I prestiti arrivano al nodo certificazione. A causa della stretta creditizia del 2009 (e del 2010), sono molte le società che hanno richiesto ai propri soci di effettuare prestiti nelle casse sociali (non imputabili a capitale o a copertura perdite), stimolandoli al versamento con la promessa del pagamento di interessi attivi.
In molti casi, questi sono stati pagati ai soci nel 2010, facendo scattare la trattenuta d'acconto del 12,50 per cento. Ed entro il 28 febbraio 2011 andranno certificate le ritenute del 12,5% operate dalle società sugli interessi pagati nel 2010 ai soci non imprenditori.

Il Sole 24 Ore - L. De Stefani - pag. 29

Reti d'impresa, disco verde dall'Ue

Dal ministero dell'Economia al lavoro per la definizione del provvedimento attuativo. Bruxelles dà il via libera. Parte il cantiere sull'asseverazione

Via libera comunitario alle reti di impresa. La nuova forma di agevolazione introdotta dalla manovra correttiva 2010 ha infatti incassato l'ok di Bruxelles, secondo cui la detassazione di cui all'articolo 42 del dl n. 78/2010 non costituisce una forma di aiuto di Stato.
Tutto pronto, quindi, per l'emanazione dei provvedimenti attuativi. Il primo ad arrivare sarà il decreto sull'asseverazione, che il ministero dell'economia metterà a punto per individuare gli enti e organismi dell'imprenditoria abilitati a validare i programmi comuni delle reti.
L'obiettivo del dipartimento delle finanze è quello di predisporre un meccanismo di asseverazione piuttosto rigoroso (sia nella forma, leggasi requisiti delle imprese aderenti alle reti, sia nella sostanza); i soggetti che saranno individuati saranno tutti enti di una certa rilevanza e rappresentatività.

Italia Oggi - V. Stroppa, C. Bartelli - pag. 21

Investimenti delle pmi, promozione con i voucher

Riforma in consiglio dei ministri. La documentazione per la richiesta degli incentivi viaggerà con posta elettronica certificata

Voucher e buoni assegnati in maniera automatica per promuovere gli investimenti delle pmi, alle quali in ogni caso andrà non meno della metà del complesso delle risorse disponibili. E la documentazione viaggerà tramite posta elettronica certificata. Preferenza per le iniziative imprenditoriali ad alto contenuto di innovazione di prodotto e di processo, ma anche attenzione alle aggregazioni di imprese (reti, consorzi e associazioni temporanee).
Tempi rapidi per la concessione degli aiuti: 30 giorni nel caso delle procedure automatiche, nove mesi per le procedure valutative e negoziali, 45 giorni per quelle negoziali. Divieto di concessione degli aiuti, quindi, nei confronti dei soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato aiuti illegittimi ai sensi della disciplina comunitaria.
È quanto prevede lo schema di dlgs che procede al riordino della disciplina della programmazione negoziata e degli incentivi alle imprese di competenza del ministero dello Sviluppo economico. Il provvedimento, domani all'esame del consiglio dei ministri, attua la delega recata dall'articolo 3 della legge n. 99/2009.

Italia Oggi - art. pag. 21

In Rassegna stampa il nuovo servizio Data Print Grafik:
AGENDA FISCALE
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese