Rassegna stampa del 14 febbraio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iscriviti al seminario gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK

Il transfer pricing allunga i tempi di invio

Con i chiarimenti a Telefisco più ampi i margini per segnalare all'amministrazione il possesso della documentazione idonea. Comunicazione sui periodi d'imposta fino al 2009 anche se sono iniziati controlli su tributi diversi

Trasfer pricing ai tempi supplementari. E' possibile inviare la comunicazione di possesso della documentazione relativa ad anni pregressi (il cui termine di inoltro all'amministrazione era fissato entro lo scorso 28 dicembre) anche se sono iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività di accertamento che riguardano comparti impositivi diversi dalle imposte sui redditi (ad esempio in caso di controlli in materia di Iva). Inoltre, in caso di inizio delle attività dicontrollo prima del 30 giugno 2011, il termine di 15 giorni entro il quale va consegnata la documentazione relativa al metodo adottato per la determinazione dei prezzi di trasferimento è indipendente da quello fissato, in via generale, per la consegna della documentazione idonea (10 giorni), in quanto le relative richieste possono essere effettuate in momenti diversi.

Il Sole 24 Ore 14 febbraio - G. Ferranti, L. Miele - pag. 3

Il modello Cud 2011. Istruzioni per l'uso

Fotografia annuale su redditi e ritenute. Alla fine del mese scade il termine per la consegna del modello relativo ai compensi 2010

Scade il 28 febbraio il termine entro cui le aziende dovranno consegnare o inviare, anche con modalità elettronica, il Cud ai propri percipienti, per certificare i redditi corrisposti nel 2010 e le relative ritenute fiscali, nonché le somme sulle quali sono stati assolti gli obblighi previdenziali. Cresce il numero delle annotazioni, che quest'anno potrebbero occupare più spazio delle caselle numerate e che continuano ad assumere un valore sempre più rilevante, non solo come informazioni aggiuntive utili al contribuente e a colui che predispone la dichiarazione dei redditi, ma anche come mezzo per assolvere a veri e propri obblighi dichiarativi del sostituto.

Il Sole 24 Ore 14 febbraio - N. Bianchi, B. Massara - pag. 7

Compensazioni, campo allargato

E' stato firmato il decreto sul divieto in presenza di ruoli non pagati oltre i 1.500 euro. Dopo l'Irap anche le addizionali nello scambio debiti-crediti

Anche l'Irap e le addizionali entrano nel sistema di compensazioni tra debiti e crediti: è questo quanto emerge dal comunicato stampa diffuso dal ministero delle finanze ad illustrazione del contenuto del decreto attuativo delle disposizioni contenute nell'articolo 31 del decreto legge n. 78 del 2010. La compensazione per le somme debito potrà essere effettuata anche in modo parziale e transiterà per il modello F24 in relazione al quale dovranno essere individuati appositi codici tributo.

Italia Oggi 12 febbraio - D. Liburdi - pag. 29

Contribuenti al bivio sull'Irap

Con la stagione delle dichiarazioni torna il rebus soggettività: utili i precedenti giurisprudenziali. Capitale e lavoro altrui sono i due parametri da considerare

Scelte Irap alle porte. Con l'avvicinarsi della stagione delle dichiarazioni per il 2010, come ormai da un po' di anni, non sono pochi i contribuenti a porsi i dubbi circa la soggettività Irap. In assenza di un testo normativo che individui in modo oggettivo i requisiti richiesti per potersi considerare soggetto passivo Irap, per la valutazione della propria posizione è spesso decisivo l'esame dei precedenti giurisprudenziali. Purtroppo, però, scorrendo gli stessi, è difficile individuare degli orientamenti consolidati, anche perché dovendo gli stessi affrontare dei casi singoli, giungono a risolvere gli stessi, ma non a dettare dei principi (ogni caso è diverso dall'altro). Il presupposto dell'imposta è l'esercizio abituale di una attività autonomamente organizzata diretta alla produzione o allo scambio di beni, ovvero alla prestazione di servizi.

Italia Oggi 14 febbraio - N. Villa - pag. 6

Iva autonoma senza ostracismi

Il via libera all'estensione generalizzata è arrivato con circolare n. 1/2011 delle Entrate. La dichiarazione svincolata ora può essere presentata da tutti

La dichiarazione annuale dei sostituti d'imposta, anche per la dichiarazione Iva è arrivato lo "svincolo" facoltativo e generalizzato dal modello Unico. Da quest'anno, infatti, tutti i contribuenti, sia a credito sia a debito , possono presentare la dichiarazione annuale in forma autonoma e accedere, così, all'esonero dalla comunicazione dati nel caso in cui la dichiarazione annuale sia presentata entro il mese di febbraio. Il "via libera" è arrivato dall'agenzia delle entrate con la prima circolare del 2011 (la n. 1 del 25 gennaio 2011), che ha abbandonato l'interpretazione letterale della norma resa nota l'anno scorso per adottare una posizione diversa, assolutamente ragionevole, che alleggerisce gli adempimenti dei contribuenti senza pregiudicare minimamente gli interessi dell'erario, anzi.

Italia Oggi 14 febbraio - F. Ricca - pag. 10

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO
Chiediamo il vostro parere per sapere cosa ne pensate del servizio di Rassegna Stampa.
Si tratta di poche domande che vi porteranno via poco tempo.
Vi ringraziamo sin d’ora per la preziosa collaborazione.

Per compilare il Questionario cliccate qui
AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui