Rassegna stampa del 15 febbraio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iscriviti al seminario gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK Seminario Gratuito di ArchiviOK

Premi solo con accordi collettivi

Occupazione. I chiarimenti sul vincolo delle intese territoriali o aziendali per la detassazione al 10 per cento

L'imposta sostitutiva del 10% sulle somme collegate alla produttività è subordinata a un accordo collettivo, aziendale o territoriale. Non è più ammessa l'intesa individuale per qualificare alcune somme come "corrispettivi" per la qualità, l'innovazione, l'efficienza organizzativa o la competitività aziendale.
Il presupposto dell'accordo collettivo, tuttavia, va letto "in senso ampio": non è infatti necessario il deposito del contratto alla direzione provinciale del lavoro; è sufficiente che le somme incentivanti, tassate al 10%, «siano state erogate in attuazione di quanto previsto da uno specifico accordo o contratto collettivo territoriale o aziendale, della cui esistenza il datore di lavoro, su richiesta, dovrà fornire prova».
È il datore di lavoro a giudicare finalizzate alla produttività le modalità organizzative previste nei contratti collettivi, aziendali o territoriali, ma non è necessario che la valutazione sia contenuta negli accordi.
Il ministero del Lavoro e l'agenzia delle Entrate, con una circolare, stanno mettendo in chiaro le regole per le somme relative alla produttività, dopo le modifiche del Dl 78/2010 e la proroga contenuta nella legge 220/2010.

Il Sole 24 Ore - 15 febbraio 2011 - M. C. De Cesari - pag. 29

La dichiarazione anticipata garantisce contro gli errori

Comunicazioni Iva. Per l'invio dei dati niente ravvedimento

La dichiarazione annuale Iva fa il pieno di esoneri. Chi la presenta entro fine mese evita non solo di dover inviare la comunicazione dati Iva, ma anche il rischio di venir sanzionato per eventuali errori commessi. La circolare 1/E del 25 gennaio 2011, rivedendo un orientamento espresso un anno fa, ammette ora la possibilità di presentare la dichiarazione annuale Iva anche in presenza di un debito d'imposta.
La circolare di un anno fa (1/E/2010) era conforme al dettato normativo (articolo 8 bis, secondo comma, ultimo periodo del Dpr 322/98): richiamando le novità introdotte dall'articolo 10 del Dl 78/2009 si sosteneva che la dichiarazione Iva potesse divenire autonoma solo in presenza di un credito.
Ora, con un'interpretazione favorevole al contribuente, si è estesa la possibilità anche ai soggetti che chiudono l'anno con un debito o con un saldo pari a zero, come avviene per molti contribuenti mensili.

Il Sole 24 Ore - 15 febbraio 2011 - G. Pantoni, C. Sabbatini - pag. 31

Con la telematica la visita fiscale sarà immediata

Inps. Si parte fra un mese

La visita fiscale viaggerà online. La verifica a casa di un lavoratore malato arriverà entropoche ore, comunque in giornata, e non più uno o due giorni dopo come accade spesso oggi. Nel giro di un mese sarà attivo infatti un sistema online, messo a punto dall'Inps, che consentirà all'azienda di comunicare all'istante all'istituto, per via telematica, la richiesta di visita di controllo per il dipendente. Il passo successivo vedrà l'ente girare la segnalazione subito ai medici: il più vicino si recherà dal paziente in poco tempo per effettuare la visita fiscale.
La nuova procedura è stata annunciata dal presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua, intervenuto ieri alla trasmissione «Salvadanaio» di Radio24.

Italia Oggi - 15 febbraio 2011 - pag. 33

Contabilità d'oro

La Cassazione riconosce una responsabilità allargata. Sanzioni alla società e al consulente

Sanzioni fiscali all'azienda che ha una contabilità irregolare nonostante tali scritture siano state tenute dal commercialista. Lo ha stabilito la Cassazione che, con la sentenza n. 3651/2011, ha accolto il ricorso dell'amministrazione finanziaria precisando anche un altro fatto importante: legittimo l'accertamento induttivo anche a carico delle aziende che hanno un controllo sui flussi finanziari, come quelle soggette ai riscontri della Consob e all'ufficio italiano dei cambi.
Bocciando le motivazioni della commissione tributaria regionale del Lazio, la Suprema corte ha chiarito che erroneamente i giudici di merito hanno escluso «la responsabilità della società (ai fini sanzionatori) in ordine alla irregolare tenuta delle scritture contabili, scaricandola sul consulente fiscale, che, tutt'al più, potrebbe essere un concorrente nell'illecito costituito dalla violazione di un obbligo che fa capo all'ente e per esso al legale rappresentante».
Si tratta infatti, hanno precisato ancora i giudici, «di obbligazioni di carattere pubblico/sanzionatorio che come tali non sono delegabili».

Italia Oggi - 15 febbraio 2011 - D. Alberici - pag. 22

Al via lo sportello unico doganale

Imposte e tasse

Lo sportello unico doganale ai blocchi di partenza. La data di attivazione è prevista prima dell'estate, mentre la messa a regime dell'infrastruttura avverrà entro il 2014. Entro tre anni dall'attivazione dello sportello unico, pertanto, le diverse amministrazioni coinvolte nelle procedure di sdoganamento dovranno dialogare esclusivamente per via telematica e offrire alle imprese una «interfaccia» unitaria (one-stop-shop). Ma anche nella fase transitoria la parola d'ordine in sede locale sarà «coordinamento», con riguardo alle procedure che si svolgono contestualmente alla presentazione delle merci per unificare i controlli ai fini dello sdoganamento.
La strategia e il piano operativo per l'implementazione dello sportello unico saranno illustrati oggi a Roma in una conferenza cui parteciperanno esponenti del governo, i vertici dell'Agenzia delle dogane e le associazioni di categoria.

Italia Oggi - 15 febbraio 2011 - pag. 25

Le scadenze fiscali di oggi 15 Febbraio 2011

Fatturazione differita
Emissione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di Gennaio.

Registro corrispettivi
Termine per la registrazione nel registro corrispettivi delle operazioni effettuate nel mese solare precedente per le quali è stato rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale.

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO
Chiediamo il vostro parere per sapere cosa ne pensate del servizio di Rassegna Stampa.
Si tratta di poche domande che vi porteranno via poco tempo.
Vi ringraziamo sin d’ora per la preziosa collaborazione.

Per compilare il Questionario cliccate qui
AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui