Rassegna stampa del 18 febbraio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Assicurazioni, attenzione all'antiriciclaggio

L'Isvap: le imprese devono avere un sistema di controlli interni

Le imprese di assicurazione si devono dotare di un'adeguata organizzazione amministrativa e di un adeguato sistema di controlli interni, proporzionati alle dimensioni, alla natura e alle caratteristiche operative dell'impresa, volti a presidiare il rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.
Lo prevede l'Isvap nello schema di regolamento attuativo dell'articolo 7 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, posto in pubblica consultazione il 15 febbraio scorso. Il regolamento proposto contiene i dettami sull'organizzazione, sulle procedure, sulle articolazioni e sulle competenze delle funzioni aziendali di controllo, che tengono conto della specificità della materia dell'antiriciclaggio.
Le disposizioni, in particolare quelle di cui al capo II, Sezioni I, II, e IV, si pongono in linea di continuità con quelle di cui al Regolamento n. 20 del 26 marzo 2008, in tema di controlli interni, gestione dei rischi, compliance ed esternalizzazione delle attività delle imprese di assicurazione.

Italia Oggi - 18 febbraio 2011 - F. Vedana - pag. 33

Dal 29/3 la Scia va inviata online

La documentazione al locale sportello unico attività produttive. O al sito gestito Unioncamere. Stop alle segnalazioni cartacee al comune per l'avvio attività

Dal 29 marzo per aprire una qualsiasi attività commerciale, artigianale o di altro tipo soggetta a Scia (Segnalazione certificata di inizio attività), bisogna inviare la segnalazione esclusivamente per via telematica al comune. Il cartaceo non sarà più ammesso.
Più specificatamente, le Scia dovranno essere inviata on line al Suap, lo sportello unico attività produttive comunale. E, se il comune non sarà in regola (cioè se non ha ancora ottenuto l'accreditamento dal ministero dello sviluppo economico), la Scia andrà inviata via internet al sito www.impresainungiorno.gov.it, gestito da Unioncamere.

Italia Oggi - 18 febbraio 2011 - M. Bombi - pag. 33

Il sindacato tratta sui premi

Lavoro. La circolare del ministero e delle Entrate vincola la tassazione agevolata a contratti collettivi di secondo livello. Non valgono le intese raggiunte con i lavoratori ma senza le rappresentanze

La circolare dell'agenzia delle Entrate e del ministero del Lavoro 3/2011 ha confermato che per l'applicazione dell'imposta sostitutiva del 10% «è condizione sufficiente l'attestazione, da parte datoriale nel Cud, che le somme ... siano state erogate in attuazione di quanto previsto da uno specifico accordo o contratto collettivo territoriale o aziendale della cui esistenza il datore di lavoro, su richiesta, dovrà fornire prova».
Appare chiaro l'intento premiale nei confronti della contrattazione di secondo livello, sia essa aziendale che territoriale; infatti il legislatore ha ritenuto non sufficiente la sussistenza di contratti collettivi nazionàli.
L'opzione del legislatore non appare comprensibile se non in un contesto di relazioni sindacali caratterizzato da qualche tempo da profonde lacerazioni.

Il Sole 24 Ore - 18 febbraio 2011 - A. Zambelli - pag. 27

Studi con confronto rafforzato

Accertamento. La Cassazione applica in modo rigoroso le indicazioni delle Sezioni unite sulla forza probatoria. L'ufficio deve indicare perché vengono disattese le ragioni del contribuente

Sul contraddittorio da studi di settore la Corte di cassazione non molla. A dispetto di ogni tentativo di minimizzazione dell'agenzia delle Entrate. La sentenza 3923/2011 della Corte, depositata ieri ha infatti annullato una sentenza di merito che aveva confermato un accertamento nel quale non si era argomentato sui motivi per i quali venivano disattesi gli elementi addotti dal contribuente nel corso del contraddittorio.
La sentenza della Commissione tributaria regionale è stata, infatti, censurata perché, discostandosi dai principi stabiliti dalle sezioni unite della Corte (sentenze n. 26635, n. 26636, n. 26637 e n. 26638, depositate il 18 dicembre 2009), aveva «riconosciuto legittimità ad accertamento esclusivamente fondato su dati parametrici ricavati da studio di settore, specificamente contestati dal contribuente e non altrimenti asseverati dall'Agenzia».
La questione tornerà ora alla Ctr dell'Emilia Romagna che dovrà adeguarsi alle indicazioni della corte di legittimità.

Il Sole 24 Ore - 18 febbraio 2011 - A. Criscione - pag. 28

Sconfinamenti oltre 300 La banca avvisa il cliente

Provvedimento di Bankitalia pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Allarme sugli sconfinamenti di almeno 300 euro su conti non affidati e di almeno il 5% del fido sui conti affidati. Quando si raggiungono questi valori la banca deve avvisare il cliente.
Così ha disposto la Banca d'Italia nel provvedimento 9 febbraio 2011, pubblicato sul supplemento ordinario n. 40 alla Gazzetta Ufficiale del 16 febbraio 2011, dedicato a «Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari - Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti - Recepimento della Direttiva sul credito ai consumatori».
In particolare l'istituto, presieduto da Mario Draghi, ha fornito la disciplina tecnica di dettaglio per l'attuazione del decreto legislativo n. 141 del 13 agosto 2010, proprio in materia di credito ai consumatori. Tra l'altro, in base a una disposizione transitoria, finanziatori e gli intermediari del credito sono tenuti ad adeguarsi alle nuove disposizioni entro 90 giorni.

Italia Oggi - 18 febbraio 2011 - A. Ciccia - pag. 22

Test antidroga in arrivo per medici e infermieri

Test della salute. Escluso il personale non a contatto con i pazienti

I test antidroga entrano ospedale. E forse anche a scuola. Dopo piloti di aereo, conducenti di mezzi pubblici, macchinisti e tassisti anche medici, infermieri e ostetriche dovranno sottoporsi ai controlli. Mentre si sta ancora valutando se inserire gli insegnanti nell'elenco delle categorie a rischio.
Il giro di vite in corsia è previsto in un atto di intesa messo a punto dal Dipartimento politiche antidroga della presidenza del Consiglio, che sarà presto all'esame della Conferenza stato-regioni. Interessati dal provvedimetno saranno medici e personale sanitario a contatto con i pazienti, quindi non gli amministrativi o alcune tipologie come i medici legali.

Il Sole 24 Ore - 18 febbraio 2011 - M. Bartoloni - pag. 29

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO
Chiediamo il vostro parere per sapere cosa ne pensate del servizio di Rassegna Stampa.
Si tratta di poche domande che vi porteranno via poco tempo.
Vi ringraziamo sin d’ora per la preziosa collaborazione.

Per compilare il Questionario cliccate qui
AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui