Rassegna stampa del 28 febbraio 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP  

Licenziamenti, ricorsi in 60 giorni

Milleproroghe. Dopo la camera, oggi ok definitivo del senato. E un odg corre ai ripari. Sbagliata la norma: il rinvio per i precari resta sulla carta

Proroga fantasma per l'impugnazione dei licenziamenti di co.co.co. e contratti a termine chiusi al 24 novembre (termine originario scaduto il 23 gennaio). C'è, ma non funziona.
Il Milleproroghe, che dopo la fiducia di venerdì della camera sarà oggi (sabato, ndr) convertito in legge dal senato, rinvia al 31 dicembre l'entrata in vigore delle nuove disposizioni sull'impugnazione dei licenziamenti introdotte dal collegato lavoro. Ma sbaglia i riferimenti delle norme rendendo, di fatto, non operativo alcun rinvio.
La situazione dunque resta immutata, almeno per ora.

Italia Oggi - sabato 26 febbraio 2011 - D. Cirioli - pag. 27

     

Monitoraggio sui beni all'estero

L'analisi da compiere sulla presenza dei requisiti prima della stagione di Unico 2011. Check list per valutare la compilazione del quadro RW

Il 730 richiede la check list sul quadro RW. Approccio alla dichiarazione con monitoraggio delle disponibilità all'estero e verifica delle scelte da effettuare. Necessario controllare le consistenze al 31 dicembre 2010, i flussi relativi e il modello Unico 2010, per verificare la sorte delle disponibilità ivi indicate nella relativa sezione II. Sin dallo scorso anno tutti gli operatori che prestano assistenza al modello 730 devono fare i conti con il quadro RW, prepotentemente venuto alla ribalta a seguito delle note vicende dello scudo fiscale.
Nel corso del 2010, seppur con un certo ritardo, l'amministrazione finanziaria ha fornito diversi chiarimenti, anche se, tra gli altri, manca ancora una presa di posizione ovvia su un aspetto oltremodo palese, vale a dire la non irrogazione delle sanzioni nei casi in cui il contribuente abbia eventualmente commesso errori a fronte di situazioni caratterizzate da obiettive condizioni di incertezza chiarite in ritardo dall'amministrazione finanziaria o addirittura ancora non analizzate, in pratica confermando l'applicazione del chiaro dettato sia dallo statuto del contribuente (art. 10, comma 3) che dal dlgs. 472/97 (art. 6, comma 2).
Serve dunque organizzare una sorta di check list per verificare se il contribuente cui si presta assistenza deve o meno procedere alla compilazione del quadro RW ed è opportuno farlo per tempo, considerate soprattutto le amare conseguenze in termini di sanzioni, oltremodo penalizzanti soprattutto se si riflette sulla circostanza che gli importi indicati in RW non impattano affatto sulla liquidazione delle imposte.

Italia Oggi - sabato 26 febbraio 2011 - M. Tozzi - pag. 29

Mod. 730, i dati viaggiano sul web

Un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate approva il modello per i riepiloghi. Comunicazione entro il 31 marzo da sostituti e intermediari

Dopo l'emanazione del provvedimento dirigenziale, pronto il nuovo modello di comunicazione telematica dei dati dei modelli 730-4 che dovrà essere presentato anche dai datori di lavoro che hanno già utilizzato lo stesso negli anni precedenti.
Con il provvedimento delle Entrate n. 26330/2011 di ieri, è stato approvato il modello «Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4 resi disponibili dall'Agenzia delle entrate», di cui all'articolo 5, del regolamento 7/05/2007 n. 63, che ha modificato il dm 31/05/1999 n. 164, in tema di assistenza fiscale, con le relative istruzioni e specifiche tecniche, scaricabile direttamente dal sito, all'indirizzo www.agenziaentrate.gov.it.

Italia Oggi - sabato 26 febbraio 2011 - F. G. Poggiani - pag. 30

L'abuso del diritto 'frena' in commissione

Giustizia tributaria. La Ctp di Brescia si adegua ai principi della Cassazione. La scelta più favorevole può essere legittima

L'abuso del diritto non si misura sulla quantità di imposte pagate. E le commissioni tributarie cominciano ad applicare i principi meno rigidi elaborati dalla Corte di cassazione nelle sue ultime pronunce.
Per esempio la Ctp di Brescia, con la sentenza n. 14/07/11 (presidente ed estensore Quaranta), depositata il 18 febbraio, ha applicato i recenti orientamenti della Cassazione sull'abuso, affermando che la cessione di quote, preceduta da un aumento di capitale sociale, con conferimento di rami di azienda, in luogo della più onerosa cessione di azienda, non è abuso del diritto se il contribuente prova le legittime ragioni dell'operazione.

Il Sole 24 Ore - sabato 26 febbraio 2011 - A. Criscione, A. Iorio - pag. 33

Le Entrate attivano la procedura di annullamento per i modelli 2011

Dichiarazioni

ll Fisco spiega come annullare le dichiarazioni presentate online per errore, Da martedì scorso l'agenzia delle Entrate ha messo a disposizione la procedura di annullamento delle dichiarazioni erroneamente presentate tramite Fisconline anzichè Entratel. Può essere il caso, ad esempio, del commercialista che, essendo obbligato a inviare le dichiarazioni dei clienti tramite il servizio Entratel, ha inviato per errore qualche dichiarazione tramite il servizio Fisconline.
E anche possibile annullare le dichiarazioni, modello 2011, inviate correttamente tramite Entratel. Per annullare le dichiarazioni modello 2011 inviate tramite Fisconline o tramite Entratel, si deve chiederne l'annullamento con l'apposita funzione disponbile nella sezione "Strumenti".

Il Sole 24 Ore- sabato 26 febbraio 2011 - T. Mor. - pag. 34

In Unico anche i profitti reimpiegati senza incasso

Cassazione. I proventi non percepiti direttamente devono essere dichiarati

I redditi prodotti dal mandato a investire vanno dichiarati anche se non sono stati percepiti direttamente. È sufficiente, infatti, che siano maturati nell'anno e reimpiegati dall'intermediario finanziario. A chiarirlo la Cassazione con la sentenza n. 2713/2011.
La vicenda nasce dal fallimento di un intermediario finanziario professionale e dal relativo procedimento penale a suo carico. A seguire un'ispezione fiscale della Gdf. L'organo ispettivo rinveniva nella documentazione alcune schede contabili nominative. Nella lista anche una coppia di coniugi che avevano affidato i propri risparmi per farli fruttare. In particolare un tabulato evidenziava un primo versamento effettuato nel 1996 per circa 430 milioni di lire, seguito da alcuni prelievi e da importi accreditati come cedole-dividendi.
Dal Pvc della Gdf scaturiva l'accertamento del fisco. Le cedole-dividendi rappresentavano il rendimento del capitale investito, cioè redditi da capitale da assoggettare a Irpef e Ilor.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e tributi - 28 febbraio 2011 - F. Bogetti - pag. 4

Le scadenze fiscali di oggi 28 febbraio

Black list
Presentazione telematica del modello di comunicazione delle operazioni intercorse nel mese di Gennaio con operatori residenti in territori “black list”.

Cud 2011
Consegna CUD e certificazioni dei compensi
corrisposti e delle ritenute effettuate nel 2010.

Comunicazione dati IVA
Trasmissione telematica della comunicazione dei dati IVA relativi all’anno 2010. o tramite un intermediario.

Unico 2010 di società con periodo d'imposta non coincidente con l'anno solare
Presentazione in via telematica, tramite Entratel o Internet, delle dichiarazioni dei redditi ed IRAP Unico 2010, oltre ai modelli per i dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore e dei parametri, da parte di società di capitali ed enti, commerciali e non commerciali, con periodo d'imposta 1° giugno 2009 – 30 maggio 2010.

Adempimenti di fine mese
Termine adempimenti contabili di fine mese tra i quali si segnalano le autofatture per scambi intracomunitari, la rilevazione dei chilometri sulle schede carburanti, adempimenti agenzie di viaggi.

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO
Chiediamo il vostro parere per sapere cosa ne pensate del servizio di Rassegna Stampa.
Si tratta di poche domande che vi porteranno via poco tempo.
Vi ringraziamo sin d’ora per la preziosa collaborazione.

Per compilare il Questionario cliccate qui
AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui