Rassegna stampa del 14 marzo 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP  

L'assistenza fiscale ora è blindata

La Cassazione: è un attività tipica dei commercialisti, per gli altri è abuso della professione. Anche al consulente del lavoro serve l'abilitazione specifica

Commette reato il consulente del lavoro che presta assistenza fiscale a professionisti e aziende. Può invece assistere i lavoratori dipendenti «occupandosi della liquidazione e del pagamento delle relative imposte».
A sancire la reclamata tutela della professione dei dottori commercialisti, negata negli ultimi anni dalla giurisprudenza civile, è stata la sesta sezione penale della Corte di cassazione che, con la sentenza numero 10100 dell'11 marzo 2011, ha confermato le responsabilità per esercizio abusivo della professione nei confronti di un consulente del lavoro che, fra l'altro, redigeva bilanci societari e prestava assistenza fiscale a società e professionisti.

Italia Oggi - sabato 12 marzo 2011 - D. Alberici - pag. 25

     

Pubblicità telefonica stop

Il garante ha messo a punto due modelli di informativa per gli utenti. Gli operatori obbligati a fornire le istruzioni

Nuova informativa per gli elenchi telefonici. Il garante della privacy con il provvedimento di prescrizioni del 24 febbraio 2011, in corso di pubblicazione sulla G.U. impone alle società telefoniche di informare i nuovi e i vecchi abbonati sulle nuove modalità da utilizzare per non ricevere telefonate pubblicitarie. (...)
L'inversione di rotta rende necessaria una capillare informazione sulle nuove modalità per gli abbonati attuali sia per coloro che attiveranno nuove linee telefoniche.
Il garante, quindi, ha messo a punto due modelli di informativa che le società telefoniche dovranno utilizzare e nei quali vengono specificati i cinque modi per potersi iscrivere al Registro (per posta, tramite numero verde, via mail, via fax, direttamente sul sito web della Fondazione Bordoni).

Italia Oggi - sabato 12 marzo 2011 - A. Ciccia - pag. 26

Denuncia colf e badanti da effettuare online all'Inps

Chiarimenti con circolare Inps

Stop alla denuncia cartacea di assunzione dei domestici. Infatti, a partire dal 1° aprile ogni denuncia (assunzione, trasformazione, proroga o cessazione) relativa a un rapporto di lavoro di colf e badanti andrà effettuata all'Inps tramite internet, contact center o intermediari.
Sempre dal 1° aprile, inoltre, stop ai bollettini di c/c postale per il versamento dei contributi: il pagamento sarà possibile tramite internet, presso il circuito di «reti amiche» (tabaccherie e sportelli Unicredit, tramite contact center (carta di credito) o utilizzando i bollettini Mav.
Lo rende noto l'Inps nella circolare n. 49 di ieri.

Italia Oggi - sabato 12 marzo 2011 - D. Cirioli - pag. 26

Compensa anche chi paga a rate

L'Agenzia delle entrate ha diramato la circolare relativa al blocco con debiti oltre i 1.500 euro. La dilazione non osta ai benefici. Natura dei ruoli irrilevante

La rateazione di una cartella esattoriale non blocca le compensazioni effettuate dal contribuente, nessun rilievo delle disposizioni che precludono le compensazioni laddove i debiti siano sorti prima dell'apertura di una procedura fallimentare, ai fini della applicazione delle nuove disposizioni, invece, non è rilevante la natura del ruolo ma solo il fatto che vi sia una cartella scaduta e non pagata, nel blocco disposto dalla manovra estiva rientra anche l'imposta di registro.
Applicazione delle sanzioni per la violazione del blocco che appaiono fuori linea rispetto al dettato della norma. Inoltre, mediante il decreto attuativo in materia di compensazione delle somme dovute all'erario, possibilità anche di pagamento per i debiti non scaduti. Sono questi alcuni dei chiarimenti forniti dall'agenzia delle entrate con la circolare n. 13/E di ieri in merito alle disposizioni introdotte con l'articolo 31 della manovra estiva in relazione al cosiddetto blocco delle compensazioni nel caso di debiti scaduti per un importo superiore ai 1.500 euro nonché alla possibilità di compensare con i crediti erariali i debiti della stessa natura.

Italia Oggi - sabato 12 marzo 2011 - D. Liburdi - pag. 27

Base certa al leasing immobiliare

Circolare dell'Agenzia delle entrate fornisce i chiarimenti sulla legge di stabilità del 2011. L'imponibile è il costo del fabbricato indicato nel contratto

Per l'imposta sostitutiva per i contratti di leasing che hanno ad oggetto immobili da costruire o in corso di costruzione, la base imponibile è rappresentata dal costo di realizzazione del fabbricato, come indicato nel contratto di leasing. E quanto emerge dalla lettura della circolare 12/E delle Entrate dell'11 marzo 2011 emanata per fornire chiarimenti in merito alla disciplina del leasing immobiliare di cui all'articolo 1, commi 15 e 16, della legge 13 dicembre 2010, n.220 cosi detta legge di stabilità 2011.
La legge di stabilità infatti ha novellato la disciplina applicabile, ai fini delle imposte indirette, ai contratti di locazione finanziaria di immobili ed ai connessi atti di acquisto e cessione degli immobili abitativi e strumentali oggetto del contratto.

Italia Oggi - sabato 12 marzo 2011 - A. Montemurro, B. Menozzi - pag. 28

Facebook, le amicizie pericolose

I social network forniscono informazioni e indizi preziosi per Agenzia delle entrate e Gdf. I dati visibili a tutti una leva per spesometro e redditometro

Gli occhi attenti del fisco sorvegliano la rete internet. Dalle vendite effettuate tramite i siti internet specializzati ai social network come Facebook o Twitter, tutto può risultare utile per innescare una verifica fiscale. Del resto la rete è una fonte immensa di dati e informazioni ed è naturale che gli 007 del fisco prestino una particolare attenzione a tutto ciò che ruota intorno al mondo virtuale.
L'avvento dello spesometro e l'avvio del nuovo redditometro, basato principalmente sul tenore di vita dei contribuenti costituiscono tipologie di verifica fiscale che potrebbero trovare proprio dalla rete utili frecce al loro arco. Peraltro il numero uno dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, la scorsa settimana ha ammesso di aver messo allo studio l'utilizzo dello strumento di Facebook per dare la caccia agli evasori.

Italia Oggi Sette - 14 marzo 2011 - A. Bongi - pag. 3

È conto alla rovescia per il 55%

L'Agenzia delle entrate ricorda la corretta procedura di invio per beneficiare della detrazione

In scadenza il 31 marzo 2011 la comunicazione obbligatoria da inviare all'Agenzia delle entrate con riferimento ai lavori per i quali è riconosciuta la detrazione d'imposta del 55% e che, seppur iniziati nel 2010, verranno ultimati oltre l'anno.
Per gli interventi i cui lavori si protraggono per più periodi d'imposta, il modello andrà presentato entro 90 giorni dal termine di ciascun periodo in cui sono state sostenute le spese oggetto della comunicazione.

Italia Oggi Sette - 14 marzo 2011 - F. Campanari - pag. 11

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO
Chiediamo il vostro parere per sapere cosa ne pensate del servizio di Rassegna Stampa.
Si tratta di poche domande che vi porteranno via poco tempo.
Vi ringraziamo sin d’ora per la preziosa collaborazione.

Per compilare il Questionario cliccate qui
AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui