Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 12 aprile 2011
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Conciliazione senza trucchi

Il tentativo non può essere dichiarato esaurito solo se una parte non si presenta Fisco e immobili. Messo a punto un software per la scelta del nuovo regime impositivo. In arrivo il regolamento attuativo

Il ministero della Giustizia stringe le maglie sulla conciliazione. E con la circolare del 4 aprile della Direzione della giustizia civile chiude la porta a tentativi di conciliazione solo formali e richiama all'ordine i mediatori sul rispetto dei requisiti per potere esercitare l'incarico.
La circolare fornisce così i primi chiarimenti a meno di un mese dall'entrata in vigore della conciliazione obbligatoria in alcune materie del contenzioso civile.
Innanzitutto, il ministero della Giustizia dichiara di ritenere non corretto l'inserimento, nel regolamento di procedura dell'ente, di una disposizione che autorizza la segreteria a emanare una dichiarazione di conclusione del procedimento per mancata adesione della parte invitata ogni volta che quest'ultima non si è presentata all'incontro già fissato, non avendo comunicato tempestivamente la propria adesione oppure avendo comunicato di non volere aderire.

Il Sole 24 Ore - 12 aprile 2011 - G. Negri - pag. 29

     

Il modello 'Siria' registra l'opzione per la cedolare

Locazioni. I tre casi previsti dal provvedimento delle Entrate. La dichiarazione va trasmessa solo in via telematica

Per la cedolare, pian piano, le nebbie si diradano. Dopo la pubblicazione via internet del provvedimento direttoriale del 7 aprile è diventata chiara almeno la casistica delle situazioni in cui si possono trovare i locatori e i relativi moduli da usare. In realtà ci sono tre casi.
Il primo, quello più diffuso, riguarda i contratti in corso: per i locatori (figura che può anche non coincidere sempre con il proprietario) il comportamento corretto da tenere, se intendono scegliere la cedolare, consiste nel pagare, alla scadenza dell'Irpef, l'acconto per la cedolare secca, nella misura dell'85% dei canoni previsti per il 2011. Il pagamento avverrà con il modello F24, per il quale si è ancora in attesa del codice.
Occorre usare un accorgimento: segnalare nel 730 o in Unico la scelta di pagare un acconto inferiore a quello derivante dai calcoli della dichiarazione ("scontando" cioè l'importo dei canoni 2011), in modo da evitare di pagare due volte e poi chiedere il rimborso dell'Irpef. Da ultimo, l'anno prossimo, il locatore indicherà la scelta per la cedolare direttamente nella dichiarazione dei redditi Unico 2012 o 730/2012.

Il Sole 24 Ore - 12 aprile 2011 - S. Fossati - pag. 31

Iva a ostacoli in caso di frode

Cassazione. Una sentenza accoglie la tesi sostenuta dall'amministrazione finanziaria. La detrazione? Va dimostrato di avere ignorato l'illecito

Niente detrazione sull'Iva pagata se il contribuente non riesce a dimostrare che non era a conoscenza della frode fiscale. Lo ha stabilito la Cassazione che, con la sentenza numero 8132 dell'11 aprile 2011, ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate.
Ci sono volute ben ventotto pagine di motivazioni per mettere i puntini sulle «i» e fare il punto su quali circostanze devono ricorrere affinché l'azienda abbia accesso alla detrazione, nel caso in cui rimanga coinvolta nell'ambito di un'inchiesta per frode fiscale.

Italia Oggi - 12 aprile 2011 - D. Alberici - pag. 24

Assunzioni, denuncia aggiornata

Nota del ministero del Lavoro spiega le novità che saranno in vigore dalle ore 19 del 30/4. Revisione periodica per la Comunicazione obbligatoria

Aggiornamento tecnico per il sistema di comunicazioni obbligatorie sui rapporti di lavoro («CO»). A partire dalle ore 19:00 del 30 aprile, infatti, entrerà in vigore il decreto direttoriale del 16 marzo che revisiona i modelli standard e il modello Unimare.
A tal fine, il servizio di invio delle Co da parte di tutti gli utenti sarà consentito, indicativamente, fino alle ore 12:00 dello stesso giorno (30 aprile).
Lo comunica, tra l'altro, la nota protocollo n. 1992/2011 del ministero del Lavoro che illustra le novità del decreto di aggiornamento.

Italia Oggi - 12 aprile 2011 - D. Cirioli - pag. 27

AGENDA FISCALE
Il nuovo servizio Data Print Grafik.
Ogni giorno un pratico scadenzario degli adempimenti fiscali del mese.
Per visualizzarla clicca qui


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter