Rassegna stampa del 25 gennaio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Mod. 730 sempre più telematico

 
Assosoftware annuncia novità importanti per i contribuenti e per gli intermediari fiscali.
Dalla compilazione alla trasmissione, procedure semplificate

Novità importanti, quest'anno, per il modello 730/2012, sia a livello di compilazione da parte del contribuente, che a livello tecnologico per la trasmissione telematica dei dati all'Agenzia delle entrate.
Le novità del modello. Due le novità che cambiano in modo significativo le modalità di compilazione del modello 730/2012;
- l'introduzione della cedolare secca sulle locazioni degli immobili ad uso abitativo ubicati sul territorio nazionale (quadro B, sezione I e II) soggette a imposta sostitutiva (del 21 o del 19%);
- l'eliminazione dell'obbligo di inviare la raccomandata con la comunicazione di inzio lavori al Centro operativo di Pescara per fruire della detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia (a partire dal 14/05/2011), che comporta l'obbligo di indicare sul modello 730/2012 i dati catastali identificativi del'immobile e gli altri dati richiesti ai fini del controllo della detrazione (quadro E, sezione III-B).

Italia oggi - 25 gennaio 2012 - F. Giordano - pag. 37

Reclami dopo la chiusura liti

 
Le novità del 2012/1. Il nuovo istituto ha fatto da assist per la sanatoria sul contenzioso.
Tra le due scadenze la "staffetta" dovrebbe scattare il 1° aprile


Tra la chiusura delle liti pendenti e il nuovo istituto del reclamo e della mediazione si crea una vera e propria staffetta, alla luce della nuova riapertura dei termini prevista per la sanatoria delle liti.
Come è stato riportato nei giorni scorsi, un emendamento approvato al decreto legge "milleproroghe" interviene a differire alcuni termini della chiusura delle liti fiscali pendenti "minori" (fino a 20.000 euro). L'emendamento resta solido, salvo sorprese, nonostante il Dl milleproroghe sia tornato all'esame della commissione.
Viene ora stabilito che risultano definibili le controversie pendenti al 31 dicembre 2011 (anziché al 1° maggio 2011) e che il pagamento deve essere eseguito entro il 2 aprile prossimo (la scadenza originaria era il 30 novembre 2011): Rimangono fermi tutti gli altri termini, tra cui quello previsto per la presentazione della domanda di definizione, che resta stabilito (anch'esso) al 2 aprile 2012.
Quest'ultima data (in realtà, sarebbe quella del 31 marzo 2012, ma, essendo un sabato, slitta al lunedi sucessivo), determina una vera e propria staffetta con il nuovo istituto del reclamo e della mediazione che parte dal prossimo 1° aprile.
Per la precisione, il nuovo istituto del reclamo si applica a partire dagli atti notificati (e non emessi) dal 1° aprile 2012.

Il sole 24 ore - 25 gennaio 2012 - D. Deotto - pag. 35