Rassegna stampa del 6 febbraio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Ci scusiamo per la discontinuità del servizio di rassegna stampa
ma, a causa del maltempo, che continua a imperversare sulla
nostra zona, potrebbero esserci ulteriori disservizi
per l'irraggiungibilità degli uffici stessi.

Dalle black list allo spesometro un eccesso di dati

Le comunicazioni

I numeri di comunicazioni al fisco è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi 12 mesi anche se la tendenza si era manifestata già negli anni precedenti.
Queste comunicazioni forniscono una massa di informazioni al fisco (a dire il vero in molti casi non direttamente utilizzabili) e cadenzano la vita delle imprese. In effetti, le 10 principali comunicazioni che abbiamo censito presentano delle scadenze variabili che per lo più sono annuali, ma che in alcuni casi si ripetono mensilmente o trimestralmente in relazione al volume delle operazioni realizzate nel periodo di riferimento.
Per quanto riguarda quelle annuali la più recente e quella che dando, anche in relazione ai numerosi quesiti arrivati durante il Telefisco 2012, non pochi problemi ai contribuenti è la comunicazione dei beni (veicoli, unità da diporto, aerei, immobili o altri beni di valore superiori ai 3mila euro) concesso in godimento ai soci o familiari dell'imprenditore a condizioni più favorevoli di quelle presenti sul mercato o dei finanziamenti o delle capitalizzazioni realizzati da questi nei confronti delle imprese concedenti.

Il sole 24 ore - 6 febbraio 2012 - B. Santacroce - pag. 2

Antiriciclaggio, nessuno si salva dalle sanzioni oltre i mille euro

 
Le novità dal 1° febbraio per i pagamenti in contati e assegni superiori alla soglia

Le disposizioni, gli obblighi e le connesse sanzioni in tema antiriciclaggio, ivi compresa, in particolare, l'applicazione delle stringenti previsioni relative alla "manovra Monti" sono operative a 360° a partire dallo scorso 1° febbraio. E' proprio il caso di dire che di adempimenti ce n'é per tutti, considerato che i soggetti coinvolti sono non solo gli intermediari e i professionisti del settore finanziario o quelli dell'ambito contabile, ma anche le imprese e i privati cittadini.
(...)
Rapporti banca-cittadino
A seguito del polverone sollevato da più parti, in particolare nei rapporti con le banche, per il ridimensionamento della soglia delle transazioni in contanti a mille euro, si era creato allarmismo in merito al fatto che non si potessero più prelevare o depositare somme in contanti dai conti correnti e che, nel caso di richieste in tal senso, l'istituto di credito avesse dovuto far compilare un apposito modello al cliente cui evidenziare e giustificare le ragioni dell'operazione.
Tutto è stato successivamente chiarito a mezzo della circolare Abi dell'11 gennaio 2012 (richiamando quanto già evidenziato nella circ. Mef del 4/11/11), con la quale si precisa che la soglia di mille euro si applica esclusivamente ai trasferimenti di denaro tra privati cittadini e non ai versamenti e prelievi allo sportello.

Italia oggi - 6 febbraio 2012 - C. Feriozzi - pag. 3