Rassegna stampa del 22 febbraio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Cadono i veli sui contribuenti Iva

 
Semplificazioni fiscali. Tornano gli elenchi clienti-fornitori. Compensazioni ridotte.
Si potrà sapere se la posizione è attiva e chi è l'intestatario

Anagrafe dei contribuenti Iva senza veli: chiunque potrà sapere dall'Agenzia delle entrate se una posizione Iva risulta attiva e chi ne è l'intestatario.
Tornano gli elenchi clienti e fornitori: comprenderanno l'ammontare complessivo degli scambi documentati da fattura, nonchè le operazioni non soggette a fatturazione di importo non inferiore a 3.600 euro.
Le partite Iva inoperose saranno cancellate d'ufficio, con l'applicazione della sanzione per l'omessa comunicazione della cessata attività; prima, però, sarà inviato un preavviso al contribuente, che potrà fornire giustificazio o pagare una sanzione ridotta.
Scenderà da 10.000 mila a 5.000 euro la soglia per la compensazione libera di crediti Iva.
Il termine per la comunicazione dei dati delle lettere d'intento degli esportatori abituali, infine, sarà collegato alle operazioni in sospensione effettuate.

Italia Oggi - 22 febbraio 2012 - F. Ricca - pag. 29

Rivalsa post accertamento ampia

 
Iva. La corretta interpretazioe della disposizione introdotta dal decreto n.1 del 2012.
Interessate pure operazioni originariamente non fatturate


La possibilità di rivalersi sulla controparte dell'Iva pagata a seguito di accertamento, introdotta dall'art 93 del dl 1/2012, non è esplicitamente limitata alle sole operazioni per le quali sia stata originariamente emessa una fattura irregolare; la formulazione letterale della disposizione, quindi, porterebbe a ritenere che, al verificarsi dei presupposti di legge, la rivalsa post-accertamento sia consentita anche il relazione ad operazioni originariamente non fatturate, in tutto o in parte.
Anteriormente al dl 1/2012, la legge Iva, fin dalla sua emandazione, precludeva espressamente al cedente/prestatore il diritto di rivalersi dell'imposta o maggiore imposta pagata in conseguenza d'accertamento o rettifica nei confronti di cessionari dei beni o committenti servizi.

Italia oggi - 22 febbraio 2012 - R. Rosati - pag. 31