Rassegna stampa del 29 febbraio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Sanzione penale anche per l'lelusione

 
Cassazione. Le motivazioni della sentenza che ha annullato il proscioglimento degli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana.
Sarà possibile fare riferimento ai reati che puniscono l'infedele dichiarazione

Non sorprende ed è condivisibile la presa di posizione della Cassazione sulla rilevanza penale dell'elusione d'imposta.
Il divieto di eludere l'obbligo impositivo si traduce nell'assenza di giuridico riconoscimento, nell'ordinamento tributario, degli effetti impositivi di favore perseguiti con l'impiego anomalo di strumenti giuridici, in difetto di ragioni economicamente apprezzabili che ne giustificano l'adozione.
Ebbene, il mancato riconoscimento di tali effetti, prima ancora che la loro inopponibilità all'amministrazione, implica l'obbligo di dichiarare la fattispecie elusa, e non quella elusiva; se gli effetti non sono riconosciuti, la prima conseguenza è che il soggetto passivo è chiamato a formare la dichiarazione senza poterne tener conto. Ne segue l'infedeltà della dichiarazione che rappresenti la fattispecie elusiva anziché quella elusa.

Il sole 24 ore - 21 febbraio 2012 - G. Negri - pag. 21

Premiato chi rispetta la legalità

 
Liberalizzazioni. Cancellate senza spese le ipoteche sui mutui saldati prima del 2006.
Il rating sulle imprese come viatico per ottenere crediti


Un rating sulla legalità dell'impresa, che consenta un accesso agevolato al credito bancario e alla concessione dei finanziamenti pubblici.
E' questa la novità di un emendamento firmato dalla senatrice Elisabetta Alberti Casellati e approvato lunedi in commissione industria al Senato al dl liberalizzazioni (dl n.1/2012). Con la modifica si incarica l'Autorità garante della concorrenza e del mercato in raccordo con il ministero della giustizia e dell'interno di elaborare il rating di legalità per le imprese che operano in Italia.
Il rating sarà un valore in più per l'impresa nel momento in cui si tiene conto della concessione di finanziamenti pubblici da parte delle p.a. e in sede di accesso al credito bancario.

Italia oggi - 29 febbraio 2012 - M. Rigamonti - pag. 34

L'Imu è un labirinto senza uscita

L'appello lanciato da Assosoftware per dare attuazione al nuovo prelievo sugli immobili.
Assetto normativo dell'imposta da completare in tempi brevissimi

A livello di quadro d'insieme è oramai abbastanza chiaro quali siano, rispetto alla vecchia Ici, le novità dell'Imu, ancorché applicabile nella versione anticipata in via sperimentale - a decorrere dall'anno 2012 e fino al 2014 - dal dl 201/2011 e differente da quanto originariamente contemplato dal decreto sul federalismo fiscale municipale.
La principale innovazione consiste nella reintroduzione della tassazione sull'abitazione principale. Inoltre, viene aumentata sensibilmente la base imponibile mediante l'incremento, sino ad un massimo del 60%, dei moltiplicatori previsti per i fabbricati iscritti al catasto, aumento finalizzazto a ridurre il divario tra i valori delle rendite attualmente iscritte in catasto e i valori di mercato degli immobili.
Relativamente all'abitazione principale, l'incremento del moltiplicatore catastale è tuttavia compensato, da un lato, dall'incremento della detrazione - che sale a 200 Euro (per l'Ic era fissata in 103,29 euro)- e, dall'altro, dall'aliquota ora pari al 4 per mille (per Ici era, in media, del 5 per mille).

Italia oggi - 29 febbraio 2012 - G. Subinaghi, F. Giordano - pag. 44