Rassegna stampa del 8 marzo 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Crediti di giustizia, nodo privacy

Lo scenario sul recupero delle somme dopo l'entrata in campo di Equitalia Giustizia spa.
Da garantire la riservatezza dei dati giudiziari sensibili

Più forze dedicate alla riscossione dei crediti di giustizia. Ma con un problema privacy che fa capolino.
A Brescia, Milano e Palermo è Equitalia Giustizia spa ad affiancare il ministero della Giustiza nel recupero dei "crediti di giustizia" insoluti, di cui lo stato risulta creditore in seguito all'esercizio della funzione repressiva dei reati, e dell'attività giurisdizionale civile.
Nel primo semestre del 2011, è stato reso noto il contenuto della "convenzione" di cui all'art. 1, commi 367 e ss. della legge 24 dicembre 2007, n. 244, stipulata in data 23 settembre 2010 tra il dicastero di via Arenula ed Equitalia Spa.
A decorrere dalla data di stipula della predetta concenzione, nell'attività di recupero e gestione dei crediti di giustizia è subentrata la società Equitalia Giustizia Spa, in concorso agli odierni uffici giudiziari, gli Uffici recupero crediti.

Italia oggi - 8 marzo 2012 - T. Vercellotti, D. Cortelezzi - pag. 37

Compensazioni, avvio lento

 
Lotta all'evasione. L'abbassamento della soglia sull'Iva non opererà già a partire dalla scadenza del 16 marzo.
Per la comunicazione sui beni ai soci proroga almeno fino a giugno

Per essere semplice, il fisco deve essere stabile e chiaro, sia nelle norme che negli adempimenti formali e nelle scadenze. Invece, gli ultimi interventi di semplificazione, tanto attesi dagli operatori, stanno creando qualche grattacapo a imprese e professionisti.
Molte modifiche del Dl 16, nonostante l'elaborazione dei testi sia durata diversi giorni, non sono accompagnate da una precisa decorrenza, il che, se consideriamo la solita entrata in vigore dal giorno stesso di pubblicazione, non agevola i contribuenti.
L?abbassamento dell'importo delle compensazioni Iva senza dichiarazione è in vigore dal 2 marzo, ma, si dice, l'Agenzia "potrà" dettare termini e modalità applicative, il che lascia nel dubbio se con quel verbo si intenda sospendere in toto la decorrenza (come ora pare l'Agenzia si intenzionata a fare) o solo consentire al fisco di disciplinare casi particolari.
Per lo spesomentro, si interviene sulla legge istituitiva, il cui testo (da cui scompare la sogli di 3.000 euro) viene modificato "dal 1° gennaio 2012".

Il sole 24 ore - 8 marzo 2012 - L. Gaiani - pag. 23

Tutelata la copia del software

Cassazione. A condizione che presenti elementi di novità rispetto alla versione originale.
Le linee guida per la difesa del diritto d'autore

Va tutelata sul piano penale anche la copia di un software. A patto che presenti elementi di novità rispetto all'originale.
Lo stabilisce la Corte di cassazione con la sentenza n. 8011 della Terza sezione penale depositatail 1° marzo.
I giudici, a proposito dell'illecita duplicazione del programma e della creatività dell'opera, hanno ricordato innanzitutto che a contrapportsi sono due nozioni: una oggettiva, che tende a ritenere creativa un'opera oggettivamente caratterizzata da elementi originali e innovativi tali da distinguerla da ogni opera preesistente e una soggettiva secondo la quale dovrebbe ritenersi creativa l'opera che presente l'impronta personale suo autore.
La giurisprudenza ha scelto quest'ultima sottolineando che l'oggetto della tutela non è necessariamente l'idea in sè, ceh può essere alla base di diverse opere dell'ingegno, ma la forma particolare che assume, a prescindere dalla sua novità e dal valore intrinseco del suo contenuto.

Il sole 24 ore - 8 marzo 2012 - G. Negri - pag. 25