Rassegna stampa del 13 marzo 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Stop a scambi di dati bilaterali

 
Parla il commissario Ue: linea europea di lotta all'evasione. Direttiva risparmio al restyling.
Semeta: no a sovrapposizioni con le regole comunitaria

Revisione della direttiva sulla tassazione del risparmio, inibizione degli accordi fiscali bilaterlali da parte dei Paesi Ue ed estensione dell'Accordo Facta a tutti i membri dell'Unione.
SOno le principali novità in arrivo da Bruxelles destinate a creare scompiglio tra i pianificatori fiscali più scaltri.
La Commissione europea non sembra infatti più disposta a tollerare l'esistenza di falle nella normativa triburaria europea di cui si avvalgono gli evasori per sottrarre risorse alle casse dei giovani.

Italia oggi - 13 marzo 2012 - T. Sequi - pag. 25

Più peso alle circolari del fisco

 
Inversione di rotta della Cassazione sul valore da attribuire agli atti destinati agli uffici.
Equitalia vincolata dai documenti di prassi ministeriali


Inversione di rotta della Cassazione sul valore delle circolari ministeriali.
Queste (cosi come, si può illecitamente pensare, anche i documenti di prassi dell'Agenzia delle entrate) sono vincolanti per i concessionari della riscossione che non possono discostarsene.
E in questo caso (sentenza n. 3907 del 12 marzo 2012) il principio è tornato paradossalmente utile a Equitalia che seguito, per il rimborso Iva, una procedura e i termini contenuti in una circolare del 1999 e ha quindi vinto la causa contro l'amministrazione finanziaria.
Ad avviso della senzione tributaria che prende atto in modo esplicito delle altre posizioni assunte sul tema nel corso degli anni dalla stessa Cassazione, l'assunto della Ctr secondo cui la decorrenza del termine di cui all'articolo 21 dlgs 546/92 non può ancorarsi alla data di emanazione di risoluzioni dell'amministrazione finanziaria interpretative della normativa, essendo tali risoluzioni inidonee a costituire un diritto prima insussistente, "è certamente corretto in linea generale e ha trovato prurime conferme nella giurisprudenza".

Italia oggi - 13 marzo 2012 - D. Alberici - pag. 26

Beni ai soci, più tempo per i dati

Attesi oggi gli interventi dell'Agenzia delle entrate di proroga e di chiarimento sulla decorrenza.
Il rinvio guarda a settembre. Spesometro old style ad aprile

Beni ai soci, spesometro e compensazioni Iva: raffica di rinvii in arrivo.
Sono attesi per oggi, infatti gli interventi con delle note ufficiali di Attilio Befera, direttore dell'Agenzia delle entrate, su tre diversi adempimenti che, con il ravvicinarsi delle scadenze, stanno facendo aumentare le richieste di chiarimento da parte delle associazioni di imprese e professionisti.
Beni ai soci. Per la comunicazione dei beni dati in godimento ai soci, confermando le anticipazioni di ItaliaOggi, l'Agenzia dovrebbe riconoscere un maggior tempo per ottemperare all'adempimento di invio dei dati a settembre, o in alternativa ad ottobre.(...).
Spesometro. In questo caso, complice la norma del decreto legge fiscale 16 che ha mandato in soffitta lo spesometro in favore di un ripristino dell'elenco clienti e fornitori, si è creato un impasse interpretativo sulla staffetta tra vecchie e nuove norme. (...).
Compensazioni Iva. Il decreto legge fiscale ha ristretto la possibilità di chiedere senza controlli le compensazioni dei crediti Iva.
La soglia è stata abbassata da 10 a 5 mila euro.

Italia oggi - 13 marzo 2012 - C. Bartelli - pag. 27