Rassegna stampa del 14 marzo 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Privacy, il Fisco sotto accusa

 
Lotta all'evasione. Il Garante Francesco Pizzetti punta il dito con tro gli strumenti a disposizione dell'amministrazione.
"Forti strappi allo stato di diritto" - Pericolo di controllo sociale eccessivo

La massa di dati che il Fisco si prepara a chiederci per contrastare l'evasione "non può non preoccupare". Anche perché quelle informazioni dovranno essere acquisite "indipendentemente da ogni indagine" nei confronti dei contribuenti.
Cosi facendo, però, si agisce trattando i cittadini da sudditi, perchè "è proprio dei sudditi essere considerati dei potenziali mariuoli. E' proprio dello Stato non democratico pensare che i propri cittadini siano tutti possibili violatori delle leggi.
In uno Stato democratico, il cittadino ha diritto di essere rispettato fino a che non violi le leggi, non di essere sospettato a priori".
A puntare il dito contro le nuove riforme di controllo preventivo è stato ieri il Garante della privacy, Francesco Pizzetti, che ha illustrato il bilanzio di sette anni di attività del collegio, il quale lascerà l'incarico entro il prossimo 18 aprile.
Pur comprendendo le ragioni che hanno indotto il Governo a contrastare la piaga dell'evasione fiscale con il potenziamento del sistema Serpico, in grado di passare al setaccio i più piccoli movimenti finanziari dei contribuenti, Pizzetti ha però sottolineato che questo significa produrre "strappi forti allo Stato di diritto e al concetto di cittadino che ne è alla radice".

Il sole 24 ore - 14 marzo 2012 - E. De Mita - pag. 23

Contanti, invii retroattivi

 
Per gli esercenti 15 giorni dal provvedimento in arrivo per comunicare al fisco.
Pagamenti dei turisti registrati dal 2 marzo


Le riscossioni sopra soglia dai turisti stranieri si saneranno ex post.
I pagamenti in contante oltre i mille euro avvenuti tra il 2 marzo scorso e la data di pubblicazione del futuro provvedimento direttoriale, che stabilirà modalità e termini della suddetta comunicazione, potranno infatti essere regolarizzati con l'invio telematico entro i successivi 15 giorni dalla pubblicazione del modello.
In tutti gli altri casi gli operatori econominic dovranno inviare preventivamente una comunicazione all'Agenzia delle entrate.
Sono le prime istruzioni delle Entrate in merito ala deroga prevista dall'art. 3 del dl n. 16/2012 per l'acquisto di beni e per le prestazioni di servizi collegati al turismo, diffuse ieri con un comunicato.

Italia oggi - 14 marzo 2012 - A. Bongi - pag. 28

Beni ai soci, invio al 15 ottobre

Adempimenti. L'agenzia delle Entrate ha fatto slittare la comunicazione prevista per l'inizio del prossimo mese.
Compensazioni e valore aggiunto: il limite passa a 5mila euro dal 1° aprile

Il termina per la comunicazione dei dati relativi ai beni concessi in godimento ai soci e ai familiari e quello relativo all'entrata in vigore delle nuove regole per le compensazioni dei crediti Iva superiori a 5mila euro è stato rinviato ieri dall'agenzia delle Entrate, che ha anche ufficializzato la deroga ai pagamenti in contante sopra i mille euro per gli stranieri.
Il direttore dell'agenzie delle Entrate ha prorogato al 15 ottobre 2012 la scadenza per comunicare all'anagrafe tributaria i dati relativi ai beni dell'impresa concessi in godimento a soci o familiari, in considerazione delle particolari difficoltà di attuazione e della assoluta novità della misura.
Il termine originario per la prima comunicazione era fissato al 31 marzo 2012.

Il sole 24 ore - 14 marzo 2012 - M. Bellinazzo - pag. 27