Rassegna stampa del 26 marzo 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Studi di settore: paletti per i controlli induttivi

Accertamento. Applicazione rivista dal Dl 16/2012 e dalla circolare 8/E

L'accertamento induttivo scatta se il ricavo o compenso ricostruito con la corretta applicazione degli studi di settore supera del 15% quello dichiarato "infedelmente" dal contribuente.
Il Dl 16/2012 (ora all'esame del Senato in prima lettura) ha modificato la lettera d-ter) del comma 2 dell'articolo 39 del Dpr 600/1973, che consente all'amministrazione finanziaria di ricorrere all'induttivo nei casi di violazioni legate alla comunicazione dei dati rilevanti per l'applicazione degli studi di settore..
La disposizione in questione, introdotta dalla manovra del luglio scorso (Dl 98/2011), condizionava questa possibilità ai casi di omessa o infedele comunicazione, o di indicazione di cause di esclusione o di inapplicabilità degli studi non sussistenti, qualora il maggior reddito accertato a seguito della corretta applicazione degli studi di settore fosse superiore al 10% di quello dichiarato.

Il sole 24 ore - 26 marzo 2012 - S. Pellegrino, G. Valcarenghi - pag. 3

Perdite Ires all'esordio in Unico

 
Le principali novità e alcuni esempi alle vigilia dei primi adempimenti relativi alle dichiarazioni.
Due le sezioni del modello legate alla disciplina sul riporto

Riporto delle perdite Ires al test di Unico. Nel modello sono due le sezioni interessate a tale novità ovvero il quadro RS e il quadro RN (si vedano le tabelle in pagina).
L'art. 23, comma 9 della legge 111 ha riformulato il testo dell'art. 84 introducendo due diverse innovazioni. In primo luogo ha eliminato il limite temporale di utilizzo delle perdite prima fissato in cinque anni per le perdite generatesi dopo i primi tre periodi d'imposta dalla data di costituzione della società.
Ecco semplificata la regola:
Perdita dell'anno X che è uno dei primi tre di attività: possibile utilizzo senza limiti di tempo.
Perdita dell'anno X che non è uno dei primi tre di attività: possibile utilizzo senza limiti di tempo.
In secondo luogo ha introdotto un limite quantitativo stabilend che le perdite possono essere utilizzate in abbattimento del reddito dei periodi d'imposta successivi solo entro l'80% del reddito realizzato in ciascun esercizio.

Italia oggi - 26 marzo 2012 - N. Villa - pag. 11

Deroga al cash, invii entro il 10/4

Termine per negozi e alberghi per i pagamenti dei turisti stranieri dal 2 marzo al 10 aprile.
La comunicazione dell'adesione prima delle operazioni

Per gli acquisti dei turisti stranieri effettuati oltre la soglia dei mille euro effettuati tra il 2 marzo e il 10 aprile, gli esercenti potranno inviare la comunicazione per essere abilitati all'agenzia delle entrate entro il 10 aprile prossimo.
E' questa la dead line che fissa l'Agenzia delle entrate con una nota interpretativa allegata al modello e alle istruzioni diramate ieri sera sul sito dell'amministrazione.
Per usufruire della delega alla limitazione dei pagamenti in contante oltre la soglia dei mille euro l'operatore deve presentare, tramite il modello che l'Agenzia ha fornito, l'adezione alla deroga.

Italia oggi - 24 marzo 2012 - C. Bartelli - pag. 34