Rassegna stampa del 10 aprile 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Niente sindaco, bilanci invalidi

 
Circolare Giovani dottori commercialisti sulla rilevanza degli organi di controllo societari.
Gli amministratori sono responsabili della mancata nomina

La mancata nomina dei sindaci , laddove l'organo di controllo risulti previsto per obbligo di legge, espone la società a rischi di liquidazione e gli amministratori a rilevanti responsabilità. I documenti societari approvati senza il controllo, sono sottoposti a rischi di invalidità.
A riguardo, in merito al bilancio, il rischio di annullabilità sussisterebbe anche nei casi in cui la società a responsabilità limitata ometta di nominare il revisore legale dei conti.
E' quanto si prevede nella circolare n.10, emessa dalla Fondazione Centro studi dell'Ungdcec, rubricata "La mancata istituzione ad origine o ricostruzione del collegio sindacale: possibili conseguenze sulle società e sugli atti societari".

Italia oggi - 10 aprile 2012 - L. De Angelis - pag. 21

Dieta ferrea per le esenzioni Imu

 
Il decreto sul federalismo ha messo i paletti. Fuori le case inagibili recuperate per assistenza.
Esclusi dal beneficio gli immobili delle camere di commercio


Stretta sulle esenzioni Imu. Con la nuova imposta locale, infatti, viene ristretto l'ambito delle esenzioni prima riconosciute dalla disciplina Ici.
Non possono più fruire dell'agevolazione fiscale gli immobili posseduti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura.
Non viene riproposta l'esenzione neppure per i fabbricati dichiarti inagibili o inalterabili che vengono recuperati per essere destinati ad attività assistenziali.
Del resto l'articolo 9, comma 8, della disciplina sul federalismo fiscale municipale (decreto legislativo 23/2011) non richiama integralmente l'articolo 7 del decreto legislativo 504/1992 che elencava le tipologie di immobili esenti dai pagamenti dell'Ici.

Italia oggi - 7 marzo 2012 - S. Trovato - pag. 26

Sui contrassegni assicurativi i controlli viaggiano online

Dematerializzazione. La strategia contro i falsi

Dematerializzazione dei contrassegni assicurativi e loro sostituzione con sistemi elettronici o telematici: questa la strada individuata dal legislatore con l'articolo 31 del Dl 1/2012 (decreto liberalizzazioni), convertito con modificazioni con la legge 27/2012, per contrastare la contraffazione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi per danni causati dalla circolazione dei veicoli a motore.
Controlli incrociati tra le banche dati di motorizzazione civile, Aci e compagnie garantiranno cosi l'assolvimento dell'obbligo di assicurazione

Il sole 24 ore - 10 aprile 2012 - A. Mastromatteo, B. Santacroce - pag. 21