Rassegna stampa del 26 aprile 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Tra banche e fisco poca privacy

L'allarme lanciato dal Garante sulle procedure a oggi adottate dagli operatori finanziari.
Comunicazioni all'anagrafe in outsourcing e non criptate

Niente privacy sulle comunicazioni mensili all'archivio dei rapporti finanziari. Molti operatori finanziari, soprattutto quelli di piccole dimensioni, affidano in outsourcing l'invio telematico delle comunicazioni mensili (conti correnti, cassette di sicurezza, titoli di stato posseduti dai clienti) avvalendosi di una pluralità di operatori quali commercialisti, associazioni di categoria, Caf, consulenti del lavoro.
Il tutto attraverso "files in chiaro", che espongono le comunicazioni al rischio di intrusione e manipolazione, con buona pace delle norme in materia di protezione e riservatezza dei dati personali dei cittadini italiani.
E' il vero e proprio grido di allarme lanciato dal Garante della Privacy in occasione del parere richiesto sulla bozza del provvedimento che istituisce le nuove comunicazioni annuali all'archivio dei rapporti finanziari, voluta dalla manovra Monti quale misura prioritaria per il contrasto all'evasione.

Italia oggi - 26 aprile 2012 - A. Bongi - pag. 23

Studi di settore, incognita tempi

 
Dichiarazioni 2012. I nuovi correttivi anti-crisi saranno pubblicati in "Gazzetta Ufficiale" entro lunedi 30 aprile.
L'aggiornamento di Gerico potrebbe far slittare la scadenza del 16 giugno


Sui versamenti legati agli studi di settore pesa l'incognita dei tempi. Che potrebbe far slittare la scadenza ordinaria del 16 giugno 2012.
I contribuenti per eseguire i pagamenti, senza maggiorazioni, dovrebbero avere a disposizione almeno 20 giorni in più.
Non è certo una novità. Lo scorso anno, infatti, il termine per i versamenti è slittato al 6 luglio (quando si poteva adempiere senza maggiorazioni), e per altri 30 giorni- fino al 6 agosto - è estata data la possibilità di versare con la maggiorazione dello 0,40 per cento.
Il rinvio, quest'anno, potrebbe ricalcare quanto accaduto nel 2011 e dipende soprattutto dal varo dei correttivi anti - crisi.
Gli "ammortizzatori" congiunturali da applicare ai conti del 2011 sono stati sostanzialmente approvati dalla Commissione degli esperti all'inizio del mese e saranno pubblicati in "GAzzetta Ufficiale" entro il prossimo lunedi (il 30 aprile).

Il sole 24 ore - 26 aprile 2012 - M. Bellinazzo - pag. 21