Rassegna stampa del 28 maggio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Costi da reato, il fisco chiede l'Iva

 
Accertamento. Nei controlli sulle frodi carosello Gdf e Agenzia disconoscono il reverse charge e impongono il versamento delle somme.
GLi uffici puntano all'imposta anche se non detratta, ma l'indeducibilità vale per Irpef e Ires

Indeducibilità dei costi da reato estesa anche all'Iva. Alcuni uffici territoriali dell'amministrazione finanziaria stanno ampliando l'applicazione della norma dalle imposte sui redditi a quella sul valore aggiunto.
Un'estensione in controtendenza rispetto a quanto previsto sia dalla precedente disciplina sui costi da reato - per stessa interpretazione delle Entrate a livello centrale - sia dalle modifiche intervenute con il decreto fiscale (articolo 8, commi da 1 a 3, del DL 16/2012, convertito dalla legge 44/2012).
Allo stato attuale, le contestazioni riguardano, per lo più, il settore dei metalli non ferrosi.

Il sole 24 ore - 28 maggio 2012 - A. Iorio - pag. 1

Il riporto del 'rosso' alza il prelievo

 
Verso Unico 2012. Nel modello di quest'anno cambiano gli spazi dedicati al passivo fiscale non compensato e a quello scomputabile.
Le perdite sono ora utilizzabili senza limiti di tempo ma entro l'80% del reddito d'esercizio


Perdite fiscali senza scadenza ma a utilizzo generalmente limitato, coun impatto più frazionato nel tempo e, di conseguenza, con anticipo del carico tributario. E' questo l'effetto sul calcolo dell'imponibile Ires 2011 della modifica dell'articolo 84 del Tuir contenuta nell'articolo 23, comma 9, del decreto legge 98/2011, riflesso dalle istruzioni alla compilazione dei righi di Unico 2012 per le società di capitali.
Considerando il numero dei bilanci che, a causa della crisi economica, hanno chiuso e continuano a chiudere in negativo, la modifica ha, purtroppo, un interesse generalizzato.
Le nuove disposizioni si applicano dal periodo d'imposta in corso al 6 luglio 2011 e con effetto su tutte le perdite maturate a quella data dai soggetti Ires, e, quindi, già partite da quelle "targate" 2006 (circolare 53/E/2011).

Il sole 24 ore - 28 maggio 2012 - G. Gavelli, G. Valcarenghi, A. Versari - pag. 2