Rassegna stampa del 11 giugno 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PArchiviOK in Tour per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

In banca il Fisco fa come vuole

 
Accertamenti bancari legittimi anche senza la motivazione. E anche nei confronti di terzi. Cosi i cittadini diventano potenziali evasori e sudditi

"La norma che impone la trasmissione di tutti i dati relativi ai movimenti sui nostri conti correnti a prescindere da qualsivoglia tipo di indagine è una norma gravissima, perché implica che siamo tutti dei potenziali evasori".
A fare questa affermazione non è un politico in cerca di audience, ma u n giurista sobrio e competente come Francesco Pizzetti, Garante della privacy.
In effetti siamo passati, nel giro di pochi anni, dalla inviolabilità assoluta del segreto bancario alla sua completa dissoluzione.
E' stato un percorso scandito da tanti piccoli passi, sempre giustificati con la necessità di lottare contro l'evasione fiscale.

Italia oggi - 11 giugno 2012 - M. Longoni - pag. 1

Cedolare coi tempi di Unico e 730

 
I chiarimenti delle Entrate: raccomandata tempestiva se inviata nei termini delle dichiarazioni.
L'opzione 2011 è ancora possibile entro il 1° ottobre 2012


Semaforo verde per l'ingresso in cedolare secca.
Chi non ha adempiuto nei termini previsti dalla circolare n.26/E dell'04/06/2012 con la quale sono state rimosse le rigidità che avevano contraddistinto i precedenti chiarimenti (circ. n. 26 del 2011) e le istruzioni alle dichiarazioni dei redditi (730 e Unico 2012). Viene infatti precisato che, relativamente ai contratti di locazione in corso al 7/4/2011, per i quali era già stata eseguita la registrazione, e per i contratti prorogati per i quali era già stato effettuato il relativo pagamento, l'opzione può essere esercitata in sede di dichiarazione dei redditi.

Italia oggi - 11 giugno 2012 - M. Bonazzi - pag. 8

Spese mediche, detraibilità estesa

Una circolare delle Entrate interviene sull'Irpef a ridosso della compilazione delle dichiarazioni.
Fa eccezione la frequenza in palestra anche se prescritta

La spesa per la palestra non è un riconducibile a un trattamento sanitario qualificato e, di conseguenza, non è detraibile dal reddito, anche se prescritta dal medico.
Con una serie di precisazioni, l'Agenzia delle Entrate è intervenuta (circolare 19/E dello scorso 1°giugno) a ridosso della compilazione delle dichiarazioni dei redditi su una serie di problematiche inerenti alle detrazioni e alle deduzioni ai fini Irpef.
Il documento di prassi integra anche una serie di risposte già fornite in sede di incontri con la stampa specializzata, ma utili ai fini della corretta, applicazione dei bonus fiscali.

Italia oggi - 11 giugno 2012 - F. G. Poggiani - pag. 12

Snc e Sas, importi dimezzati

Coinvolti amministratori o notai che non depositano nelle Cciaa competenti l'atto costitutivo

Le nuove sanzioni amministrative e pecuniarie per le omesse denunce, comunicazioni e depositi da effettuarsi presso il Registro delle imprese tenuto dalla Cciaa previste dal nuovo art. 230 del c.c. si applicano anche alle società di persone. L'articolo 9, comma 5 della legge 11 novembre 2011, n. 180 ha sostituito l'articolo 26330 del c.c. dimezzando gli importi delle sanzioni pecuniarie stabilite in precedenza (si è passati infatti dagli importi di 206,00 e di 2.065,00 euro a 103,00 e 1.032,00 euro).
La pubblicazione dell'atto costitutivo della Snc e Sas avviene mediante iscrizione dello stesso nel registro delle imprese.
L'iscrizione (obbligatoria) al registro delle imprese comporta una pubblicità meramente dichiarativa opponibile ai terzi

Italia oggi - 11 giugno 2012 - pag. 17