Rassegna stampa del 26 giugno 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PArchiviOK in Tour per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Ricalcolo a ostacoli per l'acconto

 
Dichiarazioni. Il quadro per persone fisiche e società - Possibile in alcuni casi il rinvio dell'adempimento a novembre senza sanzioni.
Immobili, società di comodo e beni ai soci complicano la misura dell'anticipo 2012

La determinazione dei versamenti d'imposta da eseguire in queste settimane verrà ricordata (Imu a parte) per il problema degli acconti delle imposte dirette.
Sono molteplici, infatti, le disposizioni che costringono il contribuente a ragionare diversamente sugli anticipi d'imposta 2012 rispetto a quanto fatto per i saldi 2011.
In pochi casi si tratta di opportunità al ribasso. Nella maggior parte delle ipotesi il legislatore ha previsto che alcuni aggravi decorrenti dal periodo d'imposta in corso fossero già anticipati in sede di acconto, incrementando - accanto alle inevitabili complicazioni - il disagio in termini finanziari dei contribuenti (unica eccezione, l'Ivie, la patrimoniale sugli immobili all'estero, e l'Ivafe, l'imposta sulle attività finanziarie estere, tributi per i quali non sono previsti acconti).

Il sole 24 ore - 26 giugno 2012 - G. Gavelli - pag. 21

L'Aeo trova sempre aperto

 
Dogane. Dal 3 luglio l'Agenzia consentirà agli operatori economici autorizzati lo sdoganamento 24 ore su 24.
Dichiarazioni in procedura domiciliata senza soluzione di continuità


A partire dal 3 luglio 2012 i soggetti titolari della certificazione Aeo potranno procedere alle operazioni di sdoganamento in export 24 ore su 24, trasmettendo liberamente le dichiarazioni doganali in procedura domiciliata.
COn la nota 78736/152, l'agenzia delle Dogane ha infatti inteso concedere un beneficio di fondamentale rilievo ai soggetti Aeo (Operatore economico autorizzato), dando maggiore concretezza a quelli connessi ai processi di certificazione di qualità e affidabilità doganale delle imprese.

Italia oggi - 26 giugno 2012 - B. Santacroce, E. Sbandi - pag. 23

Nuove srl, mix di età a ostacoli

Decreto crescita. L'interpretazione letterale della norma crea problemi insolubili.
Over e under 35 non possono convivere nella stessa società

Per soci giovani e anzini insieme non appare ammissibile costituire società a responsabilità limitata semplificata, nè società a responsabilità limitataa capitale ridotto.
In altri termini, se nella potenziale compagine societaria ci fosse un trentenne ed un quarantenne tali soci dovrebbero necessariamente costituire una srl ordinaria.
E' quanto deriva da una interpretazione "letterale" del combinato disposto del primo comma dell'art. 2463-bis c.c. e del comma 1° dell'art. 44 del decreto sviluppo n. 83 oggi in G.U. che ha affiancato alla srl semplificata quella a capitale ridotto

Italia oggi - 26 giugno 2012 - L. De Angelis - pag. 26

Fabbricati, addio all'esenzione Iva

Decreto sviluppo. Il decreto legge 83 entra in vigore il giorno della pubblicazione.
Da oggi non sarà pregiudicata la detrazione sugli acquisti

Per le imprese di costruzione, addio senza rimpianti all'esenzione dall'Iva: a partire da oggi, le vendite e le locazioni di fabbricati abitativi possono essere smepre effettuate con l'ppplicazione dell'imposta, in modo da non pregiudicare il diritto alla detrazione sugli acquisti.
E' l'effetto delle modifiche delle modifiche al regime Iva delle operazioni immobiliari introdotte dall'art. 9 del dl "crescita (83/2012)", la cui pubblicazione è annunciata nella Gazzetta Ufficiale di oggi, con contestuale entrata in vigore.

Italia oggi - 26 giugno 2012 - F. Ricca - pag. 25