Rassegna stampa del 3 luglio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXP

Case all'estero, l'Imu è al lordo

 
Circolare delle Entrate fornisce, a pochi giorni dalla scadenza, indicazioni sui pagamenti.
La franchigia di 200€ è sul dovuto e non sul versamento

La soglia dei 200 euro per il pagamento dell'Imu estera è da assumere al lordo delle imposte scomputabili in quanto pagate all'estero e non su quanto risulta da versare. E indpendente dalle quote e dal periodo di possesso.
Le imposte estere, peraltro, vanno assunte secondo il principio di cassa e dunque in relazione a quanto pagato nel 2011.
Inoltre, ai fini della determinazione della base imponibile per l'imposta estera negli Stati ove il valore catastale non è perfettamente sovrapponibile al criterio italiano dovrà essere assunto il costo di acquisto ovvero il criterio utilizzato per l'Imu italiana.

Italia Oggi - 3 luglio 2012 - D. Liburdi - pag. 25

Studi di settore, il fisco ora bussa

 
L'Agenzia delle entrate sta inviando le lettere ai contribuenti segnalando le incoerenze.
Anomalie nel 2010, inserimento in liste selettive di controllo


Lettera dell'Agenzia delle entrate e inserimento nelle liste "selettive" dei contribuenti da sottoporre a potenziale controllo fiscale, in presenza di anomalie nei dati degli studi di settore del periodo d'imposta 2010.
In arrivo centinaia di missive con le quali le Entrate comunicano di aver eseguito una precisa analisi dei dati dichiarati per il 2010 (Unico 2011) e di aver riscontrato talune incoerenze per confronto tra il periodo d'imposta indicato e quello precedente (2009) o nel solo 2010.

Italia oggi - 3 luglio 2012 - F. G. Poggiani - pag. 27

Trasparenza, omissioni sanabili

Il regime premiale introdotto dal Salva Italia fruisce della disposizione del dl 16 del 2012.
La mancata opzione preventiva si risolve pagando 258 €

I contribuenti che intendono avvalersi del regime fiscale premiale introdotto dal dl n.201/2011, che debutterà nel 2013, devono manifestare preventivamente l'opzione nella dichiarazione annuale dei redditi per il 2011, di prossima presentazione.
A tal fine, nel modello Unico persone fisiche e in quello delle società di persone sono state previste, rispettivamente, le caselle RS36 e RS44, che dovranno essere barrate, appunto, da coloro che vogliono esercitare l'opzione.

Italia oggi - 3 luglio 2012 - R. Rosati - pag. 26