Rassegna stampa del 9 luglio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Privacy XP, il software completo per gli adempimenti normativi

Dati online, maneggiare con cura

 
In vigore la tutela della privacy rafforzata, grazie al dlgs 69/2012. Le principali novità.
Blindati indirizzi e informazioni bancarie degli internauti

Scudo a tutela di nomi, indirizzi e-mail e informazioni bancarie dei clienti dei fornitori di servizi di telecomunicazioni e di accesso a Internet.
E mai più cookies ("marchi" sull'elaboratore di chi, ignaro, naviga in rete) senza il consenso dell'interessato.
Si alza il fronte di tutela contro i trattamenti invisibili di dati, che si attivano ogno volta che si accede a un sito internet.
A disporre un rafforzamento delle linee di difesa è il decreto legislativo 69 del 28 maggio 2012, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 31 maggio 2012 n. 126, in vigore dal 1° giugno 2012.
Il decreto recepisce le direttive 2009/136/Ce, 3 2009/140/Ce e modifica il codice della privacy (dlgs 196/2003)

Italia oggi - 5 luglio 2012 - A. Ciccia - pag. 32

Ivie, la scelta della base imponibile

 
Immobili oltreconfine. Calcolo dell'imposta sul costo d'acquisto o sul reddito moltiplicato per i coefficenti Imu.
Nei Paesi Ue senza valore catastale si può optare per il criterio più conveniente


Ivie 2011 al traguardo. La scadenza di oggi per i versamenti senza maggiorazione riguarda anche l'imposta sull'immobili detenuti allestero introdotta dalla manovra salva-Italia (Dl 201/2011), articolo 19,commi da 13 a 17).
La circolare 28/E/2012 fornisce un elenco delle imposte estere scomputabili e una lista di Paesi per i quali non esiste una nozione di valore catastale assimilabile a quella esistente in Italia. Proprio per questi ultimi è ammessa una modalità di determionazione del valore catastale che rappresenta un mix tra le regole dello Stato estero e quelle italiane.

Il sole 24 ore - 9 luglio 2012 - P. Meneghetti, G. P. Ranocchi - pag. 2

Scambio di azioni esente dall'Iva

La Corte di giustizia europea dà la corretta interpretazione della negoziazione di titoli.
Eccezione solo se lo stato assimila diritti immobiliari a beni

La negoziazione di azioni o quote di società immobiliari, se lo stato membro non si è avvalso della facoltà di assimilare i diritti sugli immobili ai beni materiali, è un'operazione esente dall'Iva.
Lo ha stabilito la corte di giustizia Ue con la sentenza 5 luglio 2012, causa C-259/11, definendo il procedimento pregiudiziale promosso dalla cassazione olandese al fine di chiarire la corretta interpretazione delle disposizioni degli artt. 5, par.3, lett. c) e 13, parte B, lett. d), punto 5 della sesta direttiva Iva (ora trasfuse nella direttiva 112 del 2006).

ltalia oggi - 9 luglio 2012 - F. Ricca - pag. 41

Segnalate all'antiriclaggio le giocate sopra i mille euro

Controlli più stretti in materia di antiriciclaggio anche per le Videolotteries: i Monopoli di Stato, come riporta Agipronews, hanno fornito ai concessionari le indicazioni su quali movimenti di gioco segnalare all'Unità di Informazione Finanziaria della Banca d'Italia nel rapporto semestrale.
Per le Videolotteries dovrà essere registrata ogni partita che inizi con somme superiori a mille euro.
Inoltre i concessionari, per comunicare alla Uif le operazioni sospette, dovranno tenere conto del comportamento del giocatore, della congruenza tra somme inserite nelle macchine e somme effettivamente giocate, del taglio delle banconote utilizzate e della frequenza delle giocate nella stessa sala ma su diverse macchine.

ltalia oggi - 7 luglio 2012 - pag. 41