Rassegna stampa del 10 luglio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

Anche sul saldo Iva l'extra è dello 0,40%

 
Dichiarazioni. Maggiorazione per chi paga entro il 20 agosto

Per milioni di contribuenti si è chiuso ieri il primo tempo per i versamenti risultanti dall'Unico 2012, compreso il primo acconto per il 2012.
I ritardatari posono però pagare da oggi 10 luglio fino al 20 agosto, maggiorando dello 0,4% le somme dovute.
Infatti, le persone fisiche, nonché i contribuenti interessati dagli studi di settore, società di persone e società di capitali comprese, possono eseguire i versamenti con lo 0,40% in più

Il sole 24 ore - 10 luglio 2012 - S. Morina, T. Morina - pag. 17

Auto aziendali in par condicio

 
Misure antielusive. L'agenzia delle Entrate alla ricerca di una soluzione sui beni ai soci per evitare casi di doppia tassazione.
L'uso privato da parte dell'imprenditore individuale non sarà "reddito diverso".


Il fisco prova a disinnescare la mina della doppia tassazione per l'utilizzo anche a scopi personali delle auto aziendali da parte dei soci e degli imprenditori individuali.
L'agenzia delle Entrate sta studiando un chiarimento per risolvere uno dei punti più controversi della disciplina della concessione dei beni ai soci introdotta con la legge di conversione della manovra dello scorso Ferragosto (Dl 138/2011) e affronta di recente con la circolare 24/E/2012.

Il sole 24 ore - 10 luglio 2012 - G. Parente - pag. 16

Si può licenziare per efficienza

Cassazione. La Corte vieta il sindacato sul merito della scelta purché le motivazioni siano realmente esistenti.
"Giustificato motivo oggettivo" in presenza di una situazione di difficoltà

Un'azienda che ha necessità di conseguire una gestione più efficente, per fronteggiare una congiuntura economica sfavorevole, può licenziare un dipendente per giustificato motivo oggettivo.
Il giudice non può sindacare tale scelta ma deve limitarsi a verificare se le ragioni addotte sono realmente esistenti, senza valutare nel merito la decisione imprenditoriale.
A questo conclusioni giunge la sentenza 11465 emanata dalla Corte di Cassazione il 15 maggio del 2012 (e pubblicata ieri), che ha convalidato il licenziamento intimato per fronteggiare la contrazione delle attività economiche aziendali mediante una riduzione dei costi di gestione.

Il sole 24 ore - 10 luglio 2012 - G. Falasca - pag. 19