Rassegna stampa del 16 luglio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PArchiviOK in Tour per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Uniemens, affare per privilegiati

 
L'Inps chiude le porte ai professionisti non abilitati a sostituire le aziende telematicamente.
Stop all'invio del modello per ced, tributaristi e revisori

Stop all'invio dell'Uniemens da parte di professionisti non "privilegiati". A partire dal corrente mese di luglio, infatti, l'Inps chide definitivamente le porte a ced, tributaristi e revisori contabili anche per quanto riguarda la presentazione (telematica) delle denunce contributive mensili dei lavoratori dipendenti.
E' il risultato del processo di modernizzazione degli adempimenti in materia di lavoro e contribuzione con utilizzo esclusivo della telematica che ha condotto l'Inps a individurare la categoria di professionisti cosidetti "privilegiati", cioè abilitati a colloquiare telematicamente con l'Inps al posto delle aziende.

Italia oggi - 16 luglio 2012 - C. De Lellis - pag. 15

Si alla nuovala informatica, a patto che i dati siano in buone mani

 
Miniguida del Garante delle privacy per le imprese che vogliono esternalizzare servizi o server

Bisogna saper scegliere il cloud: meglio quelli che garantiscono la portabilità dei dati e una copertura assicurativa.
Inoltre sono da scegliere quelli trasparenti e che consentono di seguire i propri dati, senza perdersi in una filiera di service provider.
COme dice il Garante della privacy nessuno lascerebbe in deposito il proprio portafoglio con i documenti e o stipendio alla prima persona incontrata al mercato. Né affiderebbe il proprio libro mastro o i contratti stipulati con clienti e fornitori a un commercialista sconosciuto che gli promette di risparmiarem, senza prima essersi accertato su come saranno conservati o utilizzati documenti cosi preziosi.

Italia oggi - 16 luglio 2012 - A. Ciccia - pag. 12

Il test per il via alla riforma del lavoro

Conto alla rovescia. Due giorni per codificare gli iter dei contratti in ingresso, a partire da quelli a termine, e le procedure di uscita.
I datori devono arrivare preparati a mercoledi: scattano le nuove regole per assunzioni e licenziamenti

Ci sono due giorni per preparasi all'impatto della riforma del lavoro: da mercoledi la legge 92/2012 sarà in vigore e i datori dovranno mettere mano alle nuove regole e tarare la gestione del personale secondo le nuove procedure.
Anche se bisognerà fare attenzione all'iter degli emendamenti al decreo Sviluppo (ora all'esame della Camera) che contengono alcune modifiche al testo: un nuovo giro di valzer che lascerà alcune regole in vigore solo per pochi giorni.
Nonostante questo, molte novità dovranno esere subito recepite dalle imprese per evitare errate applicazioni e conseguenti contenziosi o sanzioni.

Il sole 24 ore - 16 luglio 2012 - A. Rota Porta - pag. 1