Rassegna stampa del 18 luglio 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PArchiviOK in Tour per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Studi, benefici ridotti per i congrui

 
Dichiarazioni 2012. Gli effetti dell'attuazione del regime premiale che è stato previsto per i contribuenti in linea con il responso di Gerico.
Nel tempo sono cresciute le condizioni vincolanti per poter usufruire delle "coperture"

Benefici ridotti nel tempo per i soggetti "in linea" con risultati degli studi di settore.
Questo almeno è quanto si verifica fino al periodo d'imposta 2011 (Unico2012).
Questo quadro emerge dopo il provvedimento del direttore delle Entrate del 12 luglio scorso, con il quale sono state fissate le regole riguardo al regime premiale per i soggetti che risultano "congrui e coerenti" rispetto ai risultati di Gerico e che indicano fedelmente i dati degli studi.

Il sole 24 ore - 18 luglio 2012 - D. Deotto, G. Valcarenghi- pag. 23

Rimborsi Irap, iter semplificato

 
Corte di cassazione ha accolto il ricorso di un professionista dando l'ok alla deduzione.
Non serve pagare la cartella e poi chiedere la restituzione


Facilitata la procedura di rimborso Irap. Non è necessario infatti che il contribuente versi prima quanto chiesto nella cartella esattoriale per poi richiedere le somme al fisco ma è sufficiente un emendamento alla dichiarazione presentata, in fase di impugnazione dell'atto impositivo stesso.
Lo ha stabilito la Suprema corte di cassazione che, con l'ordinanza numero 12338 depositata dalla quinta sezione civile il 17 luglio 2012, ha accolto il ricorso di un professionista.

Italia oggi - 18 luglio 2012 - D. Alberici - pag. 27

Contratti e licenziamenti, l'ora della svolta

Da oggi in vigore la legge Fornero - Via libera del Parlamento ai primi ritocchi nel decreto sviluppo

Un nuovo ammortizzatore sociale, l'Aspi, che debutterà in via transitoria dal prossimo anno per sostituire gradualmente le indennità di disoccupazione e di mobilità.
Insieme a regole più stringenti per la flessibilità in entrata e a una nuova disciplina sui licenziamenti, con cui invece bisogna fare i conti già da oggi.
Si è alzato definitivamente il sipario sulla riforma del mercato del lavoro, approvata dal Parlamento lo scorso 27 giugno, che entra in vigore nella giornata odierna introducendo diverse novità, anzitutto all'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, che dal 1970 prevedeva la reintegrazione automatica del lavoratore in tutti i casi di licenziamento illegittimo.

Il sole 24 ore - 18 luglio 2012 - G. Pogliotti, C. Tuccio - pag. 13