Rassegna stampa del 3 agosto 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

La rassegna stampa viene sospesa dal 6 al 24 agosto.

Buone estate da tutto lo Staff!
PArchiviOK in Tour per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Privacy attenuata nelle aule giudiziarie

 
Cassazione. Il perito può usare dati dell'avversario

Privacy allentata nelle aule giudiziarie, anche quando si tratta di controversie di lavoro.
Il perito di parte può utilizzare i dati personali e sensibili dell'avversario anche senza l'autorizzazione dell'interessato e anche senza passare dal via libera del Garante per la protezione dei dati personali.
E' la Prima civile della Cassazione (sentenza 13914/12, depositata il 2 agosto) a ribadire la portata universale della Autorizzazione del Garante - n.4 del 2002 - al trattamento dei dati sensibili da parte dei liberi professionisti.
Quel documento, pur rilasciato prima della nuova regolamentazione sulla privacy (Dlgs 196/2003, che aggiornava la legge 675/1996) consente ai liberi professionisti di utilizzare i dati sensibili di terze persone "per l'esecuzione di specifiche prestazioni professionali richieste dai clienti" a condizione che gli scopi siano "determinati e legittimi" e che l'attività rientri tra quelle "che se il libero professionista può eseguire in base al proprio ordinamente professionale".


Il sole 24 ore - 3 agosto 2012 - A. Galimberti - pag. 26

Compensazioni fiscali più facili

 
Circolare dell'Agenzia delle entrate semplifica le procedure di accertamento con adesione.
Nessun ostacolo in caso di violazioni sulla competenza


Le somme dovute in relazione alle rettifiche sui costi non di competenza possono essere compensate con le somme spettanti per il periodo di imposta in cui gli stessi costi possono essere fatti valere.
Questo nell'ambito della procedura di accertamento con adesione a condizione che l'ufficio dell'Agenzia delle entrate possa determinare correttamente tutti gli elementi necessari per la compensazione.
Sono queste le indicazioni fornite dall'Agenzia delle entrate con la circolare n. 31 di ieri con la quale l'amministrazione finanziaria completa il quadro interpretativo di riferimento in relazione a una fattispecie particolarmente ricorrente quale la contestazione afferente componenti negativi che non sono di competenza di un certo periodo di imposta ma di un periodo di imposta diverso quando la chiusura della contestazione avviene nell'ambito della procedura di accertamento con adesione.

Italia oggi - 3 agosto 2012 - D. Liburdi - pag. 23