Rassegna stampa del 10 ottobre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Torino

Il Fisco trasforma il credito in debito
..

 
Le Entrate puniscono chi non dichiara le somme da rimborsare con l'obbligo di avviare il contenzioso

Due dimenticanze che possono costare care ai contribuenti riguardano l'omessa presentazioe delle dichiarazioni annuali con imposte a credito e l'omesso pagamento dello 0,40% per i versamenti eseguiti entro 30 giorni dalla scadenza del termine originario.
I contribuenti e gli uffici sono in confusione, dopo la chiusura dell'agenzia delle Entrate, sui crediti risultanti da dichiarazioni annuali Iva, redditi o Irap omesse.
Questo per la ragione che mentre fino a qualche mese fa gli uffici, prima con la circolare 222/E del 30 novembre 2000, poi con la risoluzione 74/E del 19 aprile 2007, si erano dimostrati tolleranti per queste dimenticanze, riconoscendo i crediti in autotutela, previo controllo dei documenti, con la sola richiesta di una sanzione di 258 euro per la dichiarazione omessa, dopo la circolare 34/E del 6 agosto 2012, questa tolleranza non c'è più.

Il sole 24 ore - 10 ottobre 2012 - S. Morina, T. Morina - pag. 17

Dote alle aziende per le assunzioni

 
Tuttolavoro. A disposizione 232 miliardi per contratti - al massimo dieci per azienda - a favore di donne e over 50, anche collaboratori.
La graduatoria sarà compilata dall'Inps in base all'ordine cronologico di invio delle domande


Sterzata del Governo in favore dell'occupazione.
Con un decreto interministeriale Lavoro/Economia, sono stati stanziati poco più di 230 milioni per le assunzioni ai giovani (fino a 29 anni) e di donne di qualsiasi età.
Si tratta di un amisura straordinaria, a contenuto meramente economico.
A essere premiate saranno le stabilizzazioni e/o le assunzioni che garantiscono una durata minima lavorativa di alemno 12 mesi, effettuate dalla data di entrata in vigore del Dm di regolamentazione e fino al 31 marzo 2013.
Sarà necessario, tuttavia, tenere in considerazione la normativa comunitaria sugli aiuti di Stato; conseguentemente, gli incentivo saranno riconosciuti nel rispetto delle previsioni di cui al Regolamento (CE) 1998/2006, relativo agli aiuti di importanza minore "de mindis".
Gli incentivi sono modulati in ragione del diverso intervento realizzato in favore dell'occupazione.

Il sole 24 ore - 10 ottobre 2012 - A. Cannioto, G. Maccarone - pag. 21