Rassegna stampa del 11 ottobre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Torino

Da luglio 2013 Iva su di un punto

 
Le aliquote del 10 e 21% saliranno a 11 e 22% - Niente aumento per la "minima"

L'aumento "programmato" di due punti percentuali sull'Iva, dal 1° luglio 2013, sarà dimezzato. Il progetto di legge di stabilità che il Governo si appresta a licenziare prevede, infatti, un incremento di un punto percentuale delle aliquote Iva del 10 e 21% sempre a partire dal luglio del prossimo anno.
Per compensare il taglio delle aliquote Irpef più basse, l'Esecutivo potrà contare dunque sul maggior gettito derivante dall'imposta del prossimo anno.

Il sole 24 ore - 11 ottobre 2012 - M. Bellinazzo - pag. 13

Rw punito più dell'evasione

 
Chi omette il quadro di Unico per il monitoraggio sanzionatorio anche con la confisca

Dimenticare il quadro RW sul monitoraggio degli investimenti esteri può comportare sanzioni più elevate che nascondere al fisco i sottostanti redditi.
I contribuenti che non comunicano alle Entrate case o attività finanziarie detenute oltrefrontiera sono puniti con una multa che va dal 10 al 50% del valore posseduto, anche se queste sono state accumulate regolarmente e non producono alcun provento tassabile.
Molte disposizioni fiscali in materia di accertamento sono finalizzate a dissuadere i contribuenti dal porre in essere comportamenti illegittimi, e non invece a fornire al fisco strumenti efficaci per individuare gli evasori, quantificando i tributi evasi in modo affidabile.

Il sole 24 ore - 11 ottobre 2012 - L. Gaiani - pag. 29

Nuova Iva per cassa con decorrenza dal 1° gennaio 2013

Riforme in cantiere. Decreto al traguardo

Il dipartimento Finanze del Ministero ha praticamente ultimato lo schema di provvedimento per l'introdzione dell'Iva per cassa.
Lo ha detto ieri il ministro dei rapporti con il Parlamento Piero Giarda durante il question time, spiegando che il provvedimento "sviluppertà il suo iter all'interno del ministero dell'Economia e delle finanze attraverso gli uffici e le verifiche da parte della Ragioneria generale dello Stato per la successiva completa stesura e firma da parte del ministro.
In ogni caso il decreto ministeriale sarà adottato in tempo utile per garantire l'operatività delle nuove disposizioni dal primo gennaio 2013".

Il sole 24 ore - 11 luglio 2012 - M. Mantovani, B. Santacroce - pag. 30