Rassegna stampa del 17 ottobre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Torino

In banca il silenzio è punito

 
Antiriciclaggio. Da oggi viene estinto il rapporto di chi non fornisce le informazioni necessarie per legge.
Il denato viene restituito al cliente con bonifico contrassegnato "a rischio"

In banca la mancanza d'informazioni comporta da oggi l'astensione dal rapporto o dall'operazione in corso.
Questa la novità del decreo legislativo 169 del 19 settembre 2012, pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" il 2 ottobre, che corregge il decreo antiriciclaggio, in particolare l'articolo 23 del Dlgs 231/2007.
Se fino a ieri i destinatari del decreto legislativo 231/2007 erano chiamati ad astenersi, al momento dell'instaurazione del rapportom nel caso in cui non fossero stati in grado di rispettare gli obblighi di adeguata verifica riguardanti i dati identificativi del cliente e del titolare effettivo e lo scopo e natura del rapporto, da oggi devono astenersi anche nel corso del rapporto, dell'operazione o della prestazione professionale quando non abbiamo raccolto informazioni obbligatorie e non siamo comunque in grado di raccoglierle.

Il sole 24 ore - 17 ottobre 2012 - R. Razzante - pag. 27

L'Iva per cassa già quest'anno

 
La data fissata dal Minieconomia che attua il regime introdotto dal dl 83/2012.
Opzione dal 1° dicembre per chi ha giro d'affari sotto 2 mln


Iva liquidabile "per cassa" già nell'anno in corso: i contribuenti con giro d'affari non superiore a 2 milioni potranno optare per l'applicazione del nuovo regime con decorrenza dalle operazioni effettuate dal 1° dicembre 2012.
Questa la data fissata dal decreto del ministero dell'economia datato 11 ottobre 2012, in corso di pubblicazione sulla G.U.
Il provvedimento detta anche le disposizioni di attuazione del regime contabile introdotto dall'art. 32-bis del dl n.83/2012, chiarendo, tra l'altro, che il superamento del limite di 2 milioni comporta la cessazione del regime speciale con effetto delle operazioni effettuate al mese successivo.

Italia oggi - 17 ottobre 2012 - F. Ricca - pag. 25