Rassegna stampa del 18 ottobre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Torino

Alla PA solo fatture online

 
Adempimenti. Il Consiglio di Stato ha dato il via libera al decreto che sancisce le modalità attuative.
Forma elettronica obbligatoria per tutti ma con decorrenza graduale

Via libera al secondo decreto attuativo del sistema di fatturazione elettronica verso le pubbliche amministrazioni: nell'adunanza del 12 ottobre 2012 il Consiglio di Stato ha espresso infatti parere favorevole allo schema di regolamento ministeriale che invidividua regole tecniche e linee guida per la gestione dei processi di fattura elettronica verso le amministrazioni statali.
Il decreto, alla cui approvazione definitiva manca solo il passaggio formale in Consiglio dei ministri, costituisce l'ultimo tassello necessario all'avvio degli obblighi dettati dall'articolo 1, commi da 209 a 214 della legge 244 del 2007.

Il sole 24 ore - 18 ottobre 2012 -A. Mastromatteo, B. Santacroce - pag. 25

Imposta posticipata per tutti i pagamenti

 
Gli effetti della riforma. Dal 1° dicembre chi sceglie il nuovo regime dovrà aspettare che il cliente abbia saldato per versare

Per chi opterà dal 1° dicembre 2012 per il nuovo regime della "liquidazione dell'Iva secondo la contabilità di cassa", il vantaggio di poter posticipare, al momento dell'incasso della fattura, il pagamento allo Stato dell'Iva addebitata sui documenti emessi, può essere ridotto dell'incremento dei costi necessari per gestire contabilmente la relativa situazione finanziaria.
A differenza del regime precedente, infatti, non è possibile scegliere di posticipare l'esigibilità dell'Iva solo per una fattura emessa (ad esempio, quella di importo più elevato), ma è necessario applicare il principio di cassa a tutte le fatture emesse (tranne quelle verso i privati, gli enti pubblici e chi adotta il reverse charge) e a tutte quelle ricevute (tranne quelle relative agli acquisti soggetti ad inversione contabile o intracomunitari di beni, le importazioni di beni e ele estrazioni dai depositi Iva).

Il sole 24 ore - 18 ottobre 2012 - L. De Stefani - pag. 27

Adeguate verifica in congelatore

Antiriciclaggio. La soluzione del Minieconomia per le banche. Attesi chiarimenti.
Sospesa la restituzione dei soldi ai clienti non in regola

Antiriciclaggio: congelata la scadenza del 17 ottobre.
Un'entrata in vigore sospensivamente condizionata per le nuove norme antiriciclaggio che chiedono alle banche di restituire isoldi ai clienti per i quali non risulta ancora effettuata l'adeguata verifica.
Pare essere questa la soluzione ipotizzata dal Ministero dell'Economia a seguito delle richieste avanzate dall'Abi e da altre associazioni di rappresentanza del mondo degli intermediari.

Italia oggi - 18 ottobre 2012 - F. Vedana - pag. 23