Rassegna stampa del 22 novembre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Cupra Marittima

Iva per cassa, opzione semplice

 
Fisco. Le Entrate hanno emanato il provvedimento direttoriale per l'avvio del regime da sabato 1° dicembre.
Non serve alcuna comunicazione preventiva e la scelta va indicata nel quadro VO

A pochi giorni dal termine del 1° dicembre l'agenzia delle Entrate, con un provvedimento direttoriale emanato ieri, scioglie le ultime incognite sul nuovo regime per cassa: disciplinando le modalità di comunicazione dell'opzione, gli effetti e la durata della stessa e le conseguenze sanzionatorie per l'inosservanza dell'indicazione sulle fatture della dizione "Iva per cassa".
Il relazione all'opzione l'Agenzia sceglie la formula più semplice e immediata, indicando che l'opzione è desunta dal comportamento concludente del contribuente ed + comunicata nella prima dichiarazione annuale Iva da presentare successivamente alla scelta effettuata. Pertanto non sarà necessaria alcuna comunicazione preventiva, ma l'opzione si indicherà nel quadro VO della dichiarazione Iva.

Il sole 24 ore - 22 novembre 2012 - B. Santacroce - pag. 24

Condòmini morosi, meno privacy

 
La riforma del condominio. COsa cambia nelle comuinicazioni con la legge approvata.
L'amministratore può svelare il nome di chi non è in regola


Il condòmino moroso perde un pò della sua privacy. L'amministratore, secondo la legge di riforma del condominio, approvata definitivamente dalle camere martedi scorso e ora in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è tenuto a comunicare i dati dei condòmini morosi ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino. Possono essere resi noti, dunque, i nominativi dei condòmini non in regola con il pagamento della somma dovuta e delle rispettive quote millesimali.

Italia oggi - 22 novembre 2012 - A. Ciccia - pag. 30