Rassegna stampa del 26 novembre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Cupra Marittima

L'Iva per cassa al ricalcolo dell'acconto

 
Imposte indirette. Contribuenti chiamati a una valutazione di convenienza in vista della scadenza per i versamenti entro il prossimo 27 dicembre.
La scelta del nuovo regime esteso fino a due milioni di euro può ridurre l'importo dovuto

L'appuntamento di fine anno con il pagamento dell'acconto Iva per l'ultimo periodo (mensile o trimestrale) rischia di diventare u problema per chi è già a cordi di liquidità.
Alla scedenza del 27 dicembre, termine ultimo per versare - senza rateazione - l'anticipo dell'imposta (la compensazione è ammessa, salva l'esistenza di dbiti erariali non pagati oltre 1.500 euro, scaduti e iscritti a ruolo), sono chiamati anche i contribuenti che entrano nella nuova Iva per cassa.
Per questi soffetti, infatti, non operano cause di esclsione che sono invece previste, fra l'altro, per gli operatori in regime di nuove iniziative (legge 388/2000), i produttori agricoli, gli esercenti attività spettacolistiche e le società sportive in regime forfettario (legge 398/1991).

Il sole 24 ore - 26 novembre 2012 - G. Gavelli, M. Sirri, R. Zavatta - pag. 3

Acconto sul tfr, si va alla cassa

 
Entro lunedi 17 dicembre l'anticipo sulla tassazione delle rivalutazioni per il 2012.
Va versata la prima rata dell'imposta sostitutiva (11%)


Alla cassa per versare l'acconto fiscale sui rendimenti del tfr dei dipendenti.
Scade il prossimo 16 dicembre, infatti, il termine per pagare l'anticipo di tasse dovute dai lavoratori sul "guadagno" (il rendimento) derivante dal proprio trattamento di fine rapporto nelle casse aziendali. Una tassazione peraltro ridotta perchè al posto dell'ordinaria Irpef, sui rendimenti, si paga un'imposta sostitutiva di misura pari all'11%.
Quest'anno c'è un giorno di tepo in più per effettuare il versamento poichè il 16 è festivo (si paga entro lunedi 17 dicembre).

Italia oggi - 26 novembre 2012 - C. De Lellis - pag. 18