Rassegna stampa del 29 novembre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Cupra Marittima

Redditometro, controllo unico

 
Lotta all'evasione. Gli effetti dell'applicazione dello strumento di accertamento nei confronti dei contribuenti.
Dopo il sintetico possibile un'altra verifica solo per fatti assolutamente nuovi

Chi sarà raggiunto da un accertamento sintetico - compreso quello da redditometro - avrà sostanzialmente chiuso la sua posizione reddituale nei confronti del fisco.
E' questo un rilevante aspetto che deve essere preso in considerazione, cogliendo, ad "esempio", la differenza rispetto agli studi di settore.
Il tutto ruota attorno all'ambito di opertatività degli accertamenti parziali (articol 4 bis del Dpr 600/1973).
Questi sono nati (nel 1982) per dare la possibilità all'amministrazione finanziaria di tradurre immediatamente in un atto di accertamento un elemento "certo" proveniente da fonti esterne, senza la necessità di eseguire un'attività istruttoria con riferimento all'intera posizione del contribuente (da qui il nome di "parziale").
Il "parziale", quindi, consente all'amministrazione di effettuare ulteriori rettifiche.

Il sole 24 ore - 29 novembre 2012 - D. Deotto - pag. 23

Il Fisco contro i big di Internet

 
Lo ha annunciato ieri il sottosegretario all'Economia rispondendo al question time.
Controlli calibrati su un elenco di gruppi multinazionali


I big di internet nel mirino del Fisco. L'Agenzia delle entrate sta preparando un elenco di gruppi multinazionali attivi nel settore dell'elettronica e dell'e-commerce per calibrare meglio l'attività di controllo.
L'obiettivo è combattere la pianificazione fiscale aggressiva a livello transfrontaliero, finalizzata per lo più a spostare in maniera artificiosa gli utili realizzati verso paesi con un minore carico tributario

Italia oggi - 29 novembre 2012 - V. Stroppa - pag. 24

Imu, il bollettino non aiuta

Se l'ente ha aumentato l'aliquota, terrà per sè la differenza. Dichiarazione al 4 febbraio.
Un versamento per ogni comune in cui si ha un immobile

Le mille peripezie per arrivare al saldo dell'Imu 2012, compilazione del nuovo bollettino postale compresa.
Per determinare quanto dovuto a titolo di saldo per l'anno 2012 della nuova imposta municipale i contribuenti devono infatti verificare le aliquote applicabili, effettuare i conteggi su base annua, scomputare quanto dovuto in sede di primo acconto e poi, dulcis in fundo, procedere alla compilazione della delga di pagamento o del nuovo bollettino postale recante l'importo complessivo da corrispondere entro il prossimo 17 dicembre.
Ma se sceglieranno di usare il bollettino, qualora possiedano immobili situati in comuni diversi, dovranno compilarne uno per ogni comune in quanto il bollettino contiene lo spazioper l'inserimento di un solo codice catastale.

Italia oggi - 29 novembre 2012 - A. Bongi - pag. 28