Rassegna stampa del 7 dicembre 2012
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Cupra Marittima

Ogni documento deve indicare se l'acquisto è privato o per la ditta

 
Imposta comunitaria. Dal 1° gennaio

Il recepimento delle direttive deve avvenire simultaneamente in tutta l'Unione, e la sfasatura della disposizione italiana si era già manifestata a inizio 2010: le importanti novità sul regme territoriale delle prestazioni di servizi erano state portate a conoscenza dei contribuenti con una circolare del 31 dicembre 2009 (la 68/E), mentre la norma nazionale, portatrice di alcune scelte significative cone il reverse charge obbligatorio per le operazioni dei soggetti non stabiliti in Italia (Dlgs 18), vedrà la luce solo il 19 febbraio successivo.

Il sole 24 ore - 7 dicembre 2012 - R. Rizzardi - pag. 27

I crediti Irpef compensano l'Imu

 
Imposta sugli immobili. Nel modello 730 la compilazine del quadro I permetteva già di indicre gli importi da utilizzare.
In dichiarazione e con il modello F24 si utilizzano i residui relativi al 2011


Il versamento dell'Imu può essere compensato con i crediti spettanti al contribuente, per esempio, con il credito Irpef che scaturisce dal modello 730/2012 o dall'Unico 2012 persone fisiche, per i redditi del 2011.
E' infatti stabilito che per i versamenti delle imposte dovute, l'Imu compresa, da eseguire con il modello F24, i contribuenti possono usare in compensazione i crediti indicati nelle dichiarazioni annuali già presentate, se non chiesti a rimborso.

Il sole 24 ore - 7 dicembre 2012 - S. Morina, T. Morina - pag. 28