Rassegna stampa del 8 gennaio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour fa tappa a Napoli, per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

La redditività taglia i costi black list

 
Fisco. La Ctr del Piemonte precisa le condizioni per la deducibilità degli acquisti effettuati in Paesi a fiscalità privilegiata.
L'operazione economica può essere ammessa alla luce dei margini di profittabilità

E' la prova di un interesse economico effettivo da parte del contribuente italiano a giustificare la deducibilità dei costi sostenuti per acquisti da fornitori residenti in paesi a fiscalità privilegiata.
A queste conclusioni è giunta la Commissione tributaria regionale di Torino, con una sentenza (n.91/1/12 depositata in segreteria il 13 dicembre 2012) in cui sono stati ripercorsi gli step logici che si devono seguire appunto per arrivare a considerare deducibili i cosidetti costi "black listi" in un caso cha ha riguardato la Olivetti Spa per il 2002.

Il sole 24 ore - 8 gennaio 2013 - P. Ceppellini, R. Lugano - pag. 15

Pagamenti entro 30 giorni

 
Il limite può essere esteso a 60 quando il debitore è una Pa

Con il decreto legislativo 192/2012, in vigore dal 1° gennaio, è stata recepita la direttiva 2011/7/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 febbraio 2011 relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.
La normativa integra quella già dettata dal decreto legislativo 231/2002, con l'intento di evitare abusi da posizione dominante, soprattutto da parte della pubblica amministrazione.
La nuova disciplina trova applicazione per ogni pagamento effettuato, a titolo di corrispettivo, in una transazione commerciale e, quindi, sia tra privati che tra questi e un soggetto pubblico.

Il sole 24 ore - 8 gennaio 2013 - A. Sacrestano - pag. 16