Rassegna stampa del 17 gennaio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Roma per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Quando la ricevuta batte il Fisco

 
Niente raccolte di scontrini - Conservare i documenti per provare pagamenti fatti da terzi

L'utilità di corservare scontrini e ricevute delle spese sostenute per difendersi da un eventuale accertamento da redditometro va valutata innanzitutto in base alla tipologia di spesa, ma occorre tener presente che non è assolutamente scontato che questi documenti possano essere ritenuti idonei dall'agenzia delle Entrate.
Anzi, in certi casi, potrebbero, addirittura, rivelarsi dannosi.
Quindi per evitare da una parte inutili allarmismi con conservazione di numerosi documenti fiscali e, dall'altra, di sottovalutare del tutto la questione, occorre aver bene presente come, in base alla normativa vigente, il contribuente possa difendersi da un eventuale accertamento da redditometro.

Il sole 24 ore - 17 gennaio 2013 - A. Iorio - pag. 7

Antiriciclaggio, Gdf in stand-by

 
Le posizioni assunte dal ministero su alcuni problemi riguardanti i professionisti.
Ci sono tre giorni di tempo per esibire i registri cartacei


Il registro antiriciclaggio cartaceo può essere esibito alla Gdf entro tre giorni dalla richiesta degli organi accertatori e non è necessario trascrivere in archivio i dati del titolare effettivo.
Anche quando gli studi professionali si avvalgano di collaboratori con partita Iva autonoma, gli obblighi antiriciclaggio atterrano esclusivamente al tutor.
Sarebbero questi secondo quanto risulta a ItaliaOggi le posizioni (soft) assunte dal Mef in relazione ad alcuni rilevanti problemi aperti in tema di antiriciclaggio per gli studi professionali.

Italia oggi - 17 gennaio 2013 - L. De Angelis - pag. 24

Restyling per il rimborso Iva

L'Agenzia delle entrate ha diffuso i modelli definitivi per il 2013. Con qualche novità.
Due nuovi righi riservati a chi applica il regime di cassa

Due nuovi righi riservati all'Iva differita in base al regime di cassa e trasferimento nel quadro VX (con conseguente sopressione del quadro VR) della richiesta di rimborso del credito.
Queste le principali novità della dichiarazione Iva 2013, la cui modulistica è stata approvata dall'Agenzia delle entrate con il provvedimento direttoriale prot. n. 2013/5267, datato 15 gennaio 2013, e resa disponibile ieri sul sito dell'amministrazione.

Italia oggi - 17 gennaio 2013 - F. Ricca - pag. 27