Rassegna stampa del 22 gennaio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a Roma per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Casa e risparmi, riccometro più pesante

 
L'Imu rende più incisivo il valore degli immobili - Si riduce la quota di titoli "libera" dai calcoli

L'effetto Imu si fa sentire anche sul nuovo "riccometro".
I meccanisci per calcosare la "situazione economica equivalente" (Isee), cioè il combinato di reddito e ricchezza rapportato all'ampiezza del nucleo familiare, che misura il benessere della famiglia prima di presentarle il conto dei servizi sociali e delle tasse universitarie, vengono riscritti da un Dpcm che tiene conto del rigonfiamento del valore fiscale degli immobili prodotto dall'imposta municipale.
A differenza del vecchio Isee, poi, il nuovo indicatore punta gli occhi anche sui redditi diversi da quelli tassati dall'Irpef, per esempio quelli soggetti a cedolare secca, e le pensioni d'invalidità.

Il sole 24 ore - 22 gennaio 2013 - M. C. De Cesari, G. Trovati - pag. 3

Bloccabili gli avvisi esecutivi

 
Le indicazioni delle Entrate. L'Agenzia chiarisce la portata del nuovo atto di autotutela a disposizione del contribuente.
L'obbligo di sospensione non è limitato alle sole cartelle di pagamento


L'obbligo di sospensione immediata della riscossione, a seguito di specifica istanza del contribuente, riguarda anche gli avvisi di accertamento esecutivi e non solo le cartelle di pagamento.
Gli uffici dell'agenza delle Entrate sono competenti per lo sgravio non solo dei tributi erariali ma anche dell'Irap, amministrata in convenzione per conto delle regioni e per i recuperi degli aiuti di Stato.
Sono queste alcune delle condivisibili conclusioni cui giunge la Direzione centrale accertamento dell'agenzia delle Entrate, con una nota diramata il 16/1/2013, avente ad oggetto la sospensione legale della riscossione.

Il sole 24 ore - 22 gennaio 2013 - A. Iorio - pag. 20

Il redditometro con i rattoppi

In una nota l'Agenzia delle Entrate definisce i primi interventi di manutenzione.
Esclusi i pensionati. Una franchigia di 12.000 euro

Non sarà applicato il redditometro ai pensionati e in relazione a quelle posizioni per le quali lo scostamento è inferiore a 12 mila euro.
Soprattutto in relazione a tale ultima precisazione, il senso tecnico della stessa è quella di forfetizzare un ammontare di mille euro al mese per il soddisfacimento dei bisogni primari, sterilizzando in tal modo e in via indiretta quanto per esempio può desumersi dai dati Istat.

Italia oggi - 22 gennaio 2013 - D. Liburdi - pag. 23