Rassegna stampa del 15 febbraio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

L’attività ispettiva del Garante privacy

 
395 ispezioni, circa 3milioni e 800mila euro di sanzioni.
Varato anche il piano ispettivo per il primo semestre 2013

395 ispezioni, circa 3 milioni e 800 mila euro le somme riscosse a seguito di sanzioni.
Un bilancio significativo quello riguardante l’attività ispettiva svolta dal Garante privacy nel 2012.
Gli accertamenti, effettuati anche mediante il contributo delle Unità Speciali della Guardia di finanza - Nucleo speciale privacy, hanno riguardato il telemarketing, l’uso dei sistemi di localizzazione (gps) nell’ambito del rapporto di lavoro, i nuovi strumenti di pagamento gestiti dalle compagnie telefoniche (mobile payment), il credito al consumo e le “centrali rischi”, le banche dati del fisco, l’attività di profilazione dei clienti da parte delle aziende. (...)
Le somme riscosse dall’erario a seguito di sanzioni sono state 3.769.217 di euro, con un aumento rispetto all’anno precedente del 22%.

Garante per la protezione dei dati personali - Notiziario settimanale - Numero 369 del 15 febbraio 2013

Cedolare, la scelta resta valida

 
Fisco & affitti. Per i vecchi contratti non serve una nuova opzione dopo quella fatta in Unico 2012.
Le Entrate danno ragione ai cittadini: gli uffici devono adeguarsi


I nodi si riesce anche a scioglierli. Con il tempestivo intervento dell'agenzia delle Entrate, a seguito della segnalazione del Sole24Ore di ieri, migliaia di cittadini possono evitare di perdere i vantaggi della cedolare secca: chi ha scelto l'imposta sostitutiva sui contratti d'affitto già registrati il 7 aprire 2011, segnalandola nel 730 o in unico 2012, non deve ripetere l'opzione compilando il modello 69.

Il sole 24 ore - 15 febbraio 2013 - S. Fossati - pag. 17

Compensazioni Iva da marzo

Condizione necessaria è che sia presentata la dichiarazione Annuale entro febbraio.
Interessato il credito sopra la soglia di 5 mila euro

Dal mese prossimo, via libera alla compensazione orizzontale del credito Iva 2012 oltre l'importo di 5 mila euro: a partire dal 16 marzo sarà infatti possibile compensare il credito "sopra soglia", purchè il contribuente trasmetta la dichiarazione annuale Iva 2013 entro la fine di febbraio; oltre il predetto importo, infatti, la compensazione è effettuabile dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione.
Il modello F24 dovrà essere trasmesso esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'agenzia delle entrate (anche se non sono chiare le conseguenze dell'eventuale inosservanza di questo obbligo, qualora non intercettata dal sistema informatico dell'intermediario finanziario).
Se si intente compensare un importo superiore a 15 mila euro, è inoltre necessario che la dichiarazione annuale rechi il visto di conformità, oppure la sottoscrizione dei componenti dell'organo di controllo contabile della società.

Italia oggi - 15 febbraio 2013 - F. Ricca - pag. 26