Rassegna stampa del 26 marzo 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a >Bologna per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

Indagini finanziarie rafforzate

 
Lotta all'evasione. Firmato il provvedimento sull'archivio dei rapporti: saranno possibili attività istruttorie più approfondite.
Entro il 31 ottobre invio dei saldi "temporali" e delle movimentazioni relativi al 2011

L'archivio dei rapporti finanziari prende formalmente corpo. Il direttore dell'agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha firmato ieri il provvedimento che fissa le modalità e i termini per l'invio da parte degli operatori finanziari dei dati sui saldi dei rapporti e quelli aggregati delle movimentazioni (con il totale del dare e avere).
Trovano sostanziale conferma le anticipazioni dei giorni scorsi.
Ad esempio, in materia di carte di credito sarà rilevante quanto speso e non il plafond. In materia di conti scudati, invece, non ci sono chiarimenti (bisognerà attendere la circolare esplicativa). Gli operatori hanno chiesto che sul punto prevalga una linea di rispetto dell'affidamento di chi ha aderito alla sanatoria, e dunque che si preveda la segnalazione dei dati che certificano l'esistenza dei conti e non anche la loro consistenza patrimoniale.

Il sole 24 ore - 26 marzo 2013 - M. Bellinazzo - pag. 16

Beni ai soci, rinvio al 15 ottobre

 
Antielusione. Il direttore dell'agenzia delle Entrate ha firmato la proroga del termine in scadenza martedi 2 aprile.
Più di sei mesi per semplificare la comunicazione come richiesto dagli operatori


La proroga della comunicazione relativa ai beni d'impresa messi a disposizione di soci e familiari adesso è ufficiale.
La nuova data, rispetto alla scadenza del 31 marzo (di fatto il 2 aprile per le ricorrenze pasquali), è stata fissata al 15 ottobre 2013.
Entro il 2 aprile le imprese avrebbero dovuto trasmettere l'elenco di tutti i beni affidati in godimento a soci e familiari sia per l'anno 2011, periodo di prima applicazione della norma (articolo 2 del Dl 138, entrato in vigore 17 settembre 2011), che per il 2012.

Il sole 24 ore - 26 marzo 2013 - M. Bellinazzo - pag. 17

Le lettere di vettura sono prove

Per le Entrate le cessioni comunitarie sono dimostrabili anche con supporto elettronico.
Documenti e fatture: tutto deve essere conservato

Cessioni comunitarie dimostrate anche con lettere di vettura (Cmr) in formato elettronico.
I documenti però, devono essere conservati congiuntamente con la fattura, la documentazioni bancaria attestante la riscossione delle somme, i documenti inerenti agli impegni contrattuali (ordini e contratti) e gli elenchi Intrastat.
Con la risoluzione 19/E di ieri, l'Agenzia delle Entrate è ritornata, in risposta a un'istanza di interpello, sulla necessaria dimostrazione, da parte del cedente nazionale, dell'avvenuta cessione comunitaria, di cui all'art. 41, Dl 331/1993.

Italia oggi - 26 marzo 2013 - F. G. Poggiani - pag. 24