Rassegna stampa del 2 aprile 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK in Tour a >Bologna per farvi scoprire la Firma Elettronica Avanzata (FEA)

La Gdf punta ai controlli sui big

 
Lotta all'evasione. Le linee guida per il 2013 contenute nella direttiva del Comando Generale ai reparti territoriali.
Da rafforzare le verifiche su contribuenti con fatturati oltre i 100 milioni

Controlli puntati sulla qualità e non sulla quantità mediante valutazione delle adesioni ai verbali, delle imposte riscosse e dei sequestri preventivi proposti ed ottenuti dall'Autorità giudiziaria.
Sembre essere questa la novità più rilevante contenuta nella corposa direttiva emanata dal Comando generale della GdF sulle linee programmatiche delle verifiche fiscali e dei controlli che dovranno essere svolti dalla unità operativa nel 2013.
Il documento, come ogni anno, disciplina i controlli nei settori di competenza delle Fiamme Gialle finalizzati non soltanto al contrasto dell'evasione, ma anche alla repressione degli illeciti in danno della spesa pubblica nazionale e comunitaria.

Il sole 24 ore - 2 aprile 2013 - A. Iorio - pag. 13

Partite Iva, la stretta è rinviata

 
In una circolare Inail la tempistica per la trasformazione in collaborazioni o contratti.
Solo dal 2014 i primi effetti delle presunzioni di falsità


La stretta alle partita Iva?Non prima dell'estate 2014.
La presunzione di co.co co. introdotta dalla riforma Fornero, infatti, comincerà a operare soltanto dal 18 luglio 2014 e soltanto con riferimento alle vecchie partite Iva monocommittenti, cioè già attive al 18 luglio 2012 (data di entrata in vigore della riforma).
Per le nuove partite Iva, ossia quelle aperte da tale data, invece, ci sarà da attendere un anno in più, perchè la presunzione acquisterà efficacia il 18 luglio 2015.
E' quanto si ricava dalla circolare n. 15/2013 con cui l'Inail illustra le novità della legge n. 92/2012 (riforma del lavoro) sulla presunzione di lavoroa progetto per le partite Iva con monocommittenza.

Italia oggi - 2 aprile 2013 - D. Cirioli - pag. 22

Quadro RW, sanzioni ridotte

La legge comunitaria diminiusce fino al 3% la multa per la mancata dichiarazione.
L'invio entro 90 giorni dalla presentazione di Unico

Solo una sanzione di 258 euro per chi presenta il quadro RW entro i 90 giorni successivi alla scadenza dei termini di Unico.
Riduzione dal 10 al 3% della sanzione minima per l'omessa dichiarazione degli investimenti esteri che raddoppia se i predetti investimenti sono situati in black list.
Completa scomparsa della sezione III del quadro relativo al monitoraggio fiscale con effetti che possono riverberarsi sul contenzioso in essere secondo il principio del favor rei.
Sono questi i contenuti principali delle modifiche alle disposizioni contenute nel dl 167/1990 che dovrebbero essere approvate nell'ambito della legge comunitaria.

Italia oggi - 2 aprile 2013 - D. Liburdi - pag. 26